Nel 2018 Giunta e Consiglio costeranno 582mila euro foto

La giunta comunale di Piacenza e il consiglio di Palazzo Mercanti costeranno complessivamente 582mila e 478 euro.

E’ l’impegno di spesa per il 2018 stabilito dall’amministrazione comunale attraverso le apposite determinazioni nei giorni scorsi: è relativo al pagamento degli stipendi del sindaco, della sua vice e degli otto assessori, ai gettoni dei 32 consiglieri comunali, e all’indennità del presidente dell’assemblea.

Per gli stipendi di sindaco e assessori la spesa complessiva impegnata nel 2018 è pari a 432mila 960,00 euro.

Nel dettaglio le somme mensilmente percepite dagli amministratori sono le seguenti (somme fissate nel 2004 e rimaste tali):

Barbieri Patrizia Sindaco € 5.638,00
Baio Elena Vice Sindaco € 4.027,00
Putzu Filiberto Assessore € 3.522,00
Passoni Paolo Assessore € 3.522,00
Polledri Massimo Assessore € 1.761,00
Mancioppi Paolo Assessore € 3.522,00
Garetti Paolo Assessore € 3.522,00
Sgorbati Federica Assessore € 3.522,00
Opizzi Erika Assessore € 3.522,00
Zandonella Luca Assessore € 3.522,00

L’assessore alla Cultura Massimo Polledri non si è avvalso dell’aspettativa dal suo posto di lavoro di Neuropsichiatra, per questo percepisce mezzo stipendio.

La spesa complessiva relativa ai gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali per l’anno 2018 è stata quantificata in 130mila euro

L’entità dei gettoni di presenza per i Consiglieri Comunali per l’anno 2018 è così articolata:
a) Gettone di presenza Consiglieri Comunali per sedute Consiglio Comunale € 81,00;
b) Gettone di presenza Consiglieri Comunali per sedute Commissione Consiliare € 63,00.

Infine lo stipendio del presidente del Consiglio comunale Giuseppe Caruso, per il quale è stata impegnata la somma complessiva di 19.518,00 euro, con una quota mensile di 1.626,50 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.