Pallanuoto, parte contro il Gam Team il campionato della nuova Everest

Più informazioni su

Sabato prossimo 27 gennaio l’Everest Piacenza Pallanuoto, guidata dal nuovo tecnico Fabio Fresia, comincia il nuovo campionato di serie C alle Palablù di Travagliato (ore 19) ospite del Gam Team.

Il pluridecorato savonese, cresciuto sotto una delle migliori guide italiane di pallanuoto e cioè Claudio Mistrangelo, avrà quest’anno a disposizione una squadra ulteriormente giovane.

L’Everest, infatti, dopo il secondo posto da neo promossa della stagione scorsa, ha lasciato liberi Damonte e Turelli, perdendo contemporaneamente anche Azzimonti, Binelli e Alessio che hanno cessato l’attività.

Ben cinque importanti pedine, dunque, che faranno sicuramente perdere forza ai giovani piacentini.

Ma d’altronde – come evidenzia la società piacentina – l’ormai cronica assenza di un impianto adeguato a Piacenza continua a mettere in ginocchio tutto il vastissimo movimento giovanile pallanuotistico piacentino, “che vuoi per l’impossibilità di avere spazi acqua idonei e sufficienti per gli allenamenti, e vuoi ovviamente per le ali tarpate da una eventuale promozione, deve continuare a rivedere i suoi obiettivi al ribasso. Un concetto decisamente antisportivo che continua da anni a penalizzare questa disciplina sportiva che tanto ha dato ai colori azzurri grazie alle sue gloriose nazionali”.

Tornando al Piacenza avviciniamo il tecnico Fresia per fare il punto sulla sua squadra, dopo il rodaggio in Coppa Lombardia.

Soddisfatto? “Se lo fossi non sarei credibile. Abbiamo cambiato parecchi elementi rispetto alla passata stagione ed i movimenti e schemi che richiedo ai ragazzi sono nuovi, servirà tempo per assimilarmi. Sono soddisfatto della voglia e dell’intensità profusa in allenamento, un pochino meno dell’eccessivo nervosismo che si palesa in partita portando ad errori evitabili. Sono comunque certo che troveremo il nostro equilibrio molto presto.”

Con una età media di 19,9 anni l’Everest si trova ad affrontare un campionato dove il “mestiere”, specialmente in uno sport di contatto, ha la sua valenza e dove il gesto singolo di un veterano può vanificare il grande lavoro di un collettivo. L’obiettivo principale è comunque quello di crescere.

“Cercheremo sempre e comunque di dare il massimo in ogni partita. E’ una questione di mentalità” – spiega Fresia – “dobbiamo giocare per vincere e solo così potremo poter aspirare a portare la squadra in serie B, e creare un gruppo che possa, speriamo a breve, giocare in serie B a Piacenza…”

Sabato 27 ai nastri di partenza altre nove squadre; Spazio Sport One di Osio, Canottieri Milano, Pallanuoto Treviglio, Rari Nantes Legnano, Sporting Lodi, SG Sport Arese, Vigevano, Gam Team di Brescia e Metanopoli con il Vigevano grande favorito dopo la beffa della stagione scorsa.

La prima classificata sale direttamente in serie B, la seconda disputerà uno spareggio contro la seconda del girone 3.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.