Quantcast

Piacenza beffato nel recupero, il Siena passa al Garilli (1-2) COMMENTO – VIDEO

Stop casalingo per il Piacenza, che nel recupero della diciottesima giornata di Serie C cade al Garilli contro il Siena.

In vantaggio ad inizio ripresa con Pergreffi, i biancorossi si sono fatti raggiungere e superare dai toscani che nel finale hanno più volte portato pericoli dalle parti di Fumagalli.

Franzini si schiera con il 4-3-1-2 con Corradi dietro le punte, Pesenti e Corazza. Il primo tempo è avaro di emozioni, ma è il Piacenza a rendersi pericoloso in un paio di occasioni con Pesenti e Segre, la cui conclusione dalla distanza alla mezz’ora sfiora il palo della porta difesa da Pane.

La ripresa si apre all’insegna dei biancorossi. Al 52’ Corazza impegna il numero uno toscano, dal seguente calcio d’angolo arriva il vantaggio: Della Latta prolunga di testa e trova Pergreffi che al volo insacca.

Il Piacenza a questo punto sembra controllare il match, ma la gara cambia improvvisamente al 75’: la conclusione di Rondanini trova la sfortunata deviazione della difesa biancorossa che mette fuori causa Fumagalli.

Franzini inserisce Mora, Morosini e Romero, ma è il Siena che alza i ritmi e diventa pericolosissimo: all’85’ è Guberti a centrare in pieno il palo, al 90’ Fumagalli salva su Marotta.

E’ il preludio alla rete, che arriva in pieno recupero grazie alla conclusione dalla distanza di Santini sulla quale Fumagalli non arriva.

Il Piacenza non riesce a dare continuità ai risultati e manca l’aggancio alla zona playoff: domenica alle 14.30 i biancorossi saranno di scena ad Arezzo.

PROBLEMA DI MENTALITA’ – IL COMMENTO di Luigi Carini – Dopo la vittoria sull’Olbia nella partita definita “della svolta” c’era curiosità di vedere il Piacenza nella nuova e riveduta edizione che presentava il rientro di Silva in difesa e Taugourdeau e Corradi dall’inizio.

Il Siena si presentava come banco di prova assai impegnativo, sicuramente tra le squadre più forti del campionato. Il risultato condanna i biancorossi che, andati in vantaggio dopo 50’, non hanno saputo contenere la reazione della squadra toscana che riduce il distacco dalla capolista Livorno e si candida come seria candidata alla promozione dopo aver dimostrato, proprio al Garilli, di averne la qualità e giustificate aspirazioni.

Il Piacenza, dunque, manca il più atteso e, probabilmente, il più difficile esame. Eppure noi abbiamo fiducia in questa squadra perché sarebbe utopistico pretendere di avere subito una formazione competitiva di vertice quando i nuovi arrivati devono ancora amalgamarsi ed entrare negli schemi di gioco.

La storia della partita si decide a metà della ripresa, quando un bello spunto di Pesenti esce di un soffio; pochi minuti dopo, invece, un tiro di Rondanini, destinato a finire sul fondo, trova la deviazione di un difensore e finisce in rete.

Dopo il gol, e dopo un discreto primo tempo quando la squadra di Franzini aveva tenuto bravamente testa a quella toscana, si è avuto un vistoso calo di testa e di gambe tra i biancorossi. Hanno accusato la stanchezza per la partita di sabato? Può essere, ma anche il Siena aveva giocato.

Ed allora crediamo sia soprattutto un problema di mentalità. Il vantaggio avrebbe dovuto concedere un vantaggio tattico importante consentendo alla squadra di giocare di rimessa e quindi avere spazi maggiori per il contropiede.

“Pensavo che la squadra che fosse riuscita a segnare per prima avrebbe vinto la partita” dirà al termine l’allenatore del Siena Mignani. Così, invece, non è stato perché il Piacenza si è abbassato troppo concedendo l’intero centrocampo agli avversari.

Indice di scarsa personalità e di fiducia nei propri mezzi. E’ su questi punti che dovrà lavorare Franzini per fare crescere la squadra. Il tempo c’è e magari qualche ritocco arriverà ancora.

Infine si dovrà lavorare molto sull’assemblaggio dei nuovi arrivati; individualmente tutti bravi, ma ancora lontani da un’intesa plausibile.

INTERVISTE

Arnaldo Franzini (allenatore Piacenza): “Non siamo stati fortunati. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo con diversi tiri in porta e tenendo in mano anche le redini del gioco. Una volta in vantaggio ci siamo un po’ seduti e il Siena, squadra di altissima classifica, ha avuto il sopravvento. Tuttavia senza la malaugurata autorete probabilmente le cose sarebbero andate diversamente. D’altronde tutti sapevamo che il Siena sarebbe stato un osso duro. Così è stato: in più ha avuto anche un po’ di fortuna”.

Michele Mignani (allenatore Siena): “E’ stata una vittoria importante e meritata contro una squadra molto forte che quando avrà inserito gli ultimi arrivati sarà un osso duro per tutti. I miei ragazzi sono stati bravi per averci creduto fino all’ultimo”.

Infine il biancorosoo Antonio Pergreffi, autore del gol del Piacenza. “Adesso abbiamo ottimi centrocampisti, quindi la squadra è senz’altro migliorata; però abbiamo concesso troppo all’avversario, anche se un pareggio sarebbe stato più giusto”.

LA SINTESI (Da Sportube.tv)

PIACENZA – SIENA 1-2

PIACENZA: Fumagalli, Di Cecco (30’st Mora), Pergreffi, Masciangelo, Silva, Pesenti (36’st Romero), Corazza (26’st Franchi), Corradi (36’st Scaccabarozzi), Della Latta, Taugordeau (31’st Morosini), Segre. All. Franzini. A disp. Basile, Lanzano, Pederzoli, Bini, Masullo, Castellana, Zecca.

ROBUR SIENA: Pane, Rondanini, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino, Cristiani (42’st Bulevardi), Gerli, Vassallo (22’st Santini), Guberti (42’st Damian), Neglia (22’st Emmausso), Marotta (49’st Panariello). All. Mignani. A disp. Rossi A., Crisanto, Terigi, Guerri, Mahrous, Cruciani, Cleur.

Arbitro: Luigi Carella (Bari). Assistenti: Leonardo De Palma (Foggia) e Lucia Abruzzese (Foggia)

Marcatori: 8’st Pergreffi, 30’st Rondanini, 47’st Santini

Ammoniti: Silva, Neglia, Taugordeau, Emmausso

LA CRONACA

95′ – Triplice fischio al Garilli: Siena batte Piacenza 2-1

94′ – Cambio Siena: dentro Panariello per Marotta

92′ – Siena in vantaggio con Santini: gran tiro da fuori area che fa secco il numero uno biancorosso

90′ – Ancora Siena vicino al gol: Silva perde palla, conclusione di Marotta parata da Fumagalli

87′ – Doppio cambio anche per gli ospiti: Damian per Guberti e Bulevardi per Cristiani

85′ – Siena vicinissima al raddoppio, Guberti centra il palo

82′ – Franzini getta nella mischia Scaccabarozzi e Romero al posto di Corradi e Pesenti

80′ – Subito ammonito Morosini

77′ – Doppio cambio per il Piacenza: entrano Mora e Morosini per Di Cecco e Taugourdeau

75′ – Pareggio del Siena: la conclusione di Rondanini finisce contro un difensore del Piacenza e la traiettoria mette fuori causa Fumagalli

70′ – Primo cambio per Franzini che inserisce Franchi per Corazza

67′ – Doppio cambio nel Siena: fuori Neglia e Vassallo per Emmausso e Santini

54′ – Ammonito Neglia tra le fila del Siena

53′ – Piacenza in vantaggio: Pergreffi sugli sviluppi di un calcio d’angolo insacca. Il difensore sfrutta un colpo di testa di Della Latta e al volo realizza l’1-0

52′ – Occasione Piacenza: Corazza liberato in area calcia in porta, Pane devia in corner

SECONDO TEMPO – Fischio d’inizio della seconda frazione, nessun cambio tra i 22 in campo

45′ – Termina senza recupero il primo tempo al Garilli: 0-0 tra Piacenza e Siena, in una gara che finora ha regalato poche emozioni. Più pericoloso comunque il Piacenza, che in un paio di occasione ha creato pericoli alla porta dei toscani.

43′ – Primo giallo della gara per Silva

29′ – Piacenza vicinissimo al vantaggio: è Segre con una conclusione dalla distanza a sfiorare il palo

25′ – Occasione Piacenza: Pesenti pescato da un traversone di Masciangelo manda fuori di testa

23′ – Guberti ci prova dalla distanza, attento Fumagalli

18′ – Ancora Taugourdeau su calcio d’angolo, questa volta è Pergreffi di testa a mandare alto

11′ – Prima occasione per il Piacenza: Pesenti su corner di Taugourdeau non trova la porta

10′ – Primi dieci minuti di gioco, finora nessuna emozione

1′ – Fischio d’inizio al Garilli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Oracolo76

    Non abbiamo fatto una gran partita.
    Ma neanche loro dopo tutto. Non ho visto una gran differenza tra le 2 squadre. Certo hanno avuto più fortuna di noi. I nostri devono ancora oliare i meccanismi. Ma questo ci sta visti i cambiamenti. Dai Franz. Adesso tocca a te mettere a punto il motore.