Sapori di una volta per la festa di S.Antonio con gli Alpini di Sarmato fotogallery

Sapori semplici, quella della tradizione contadina, portati in tavola dalle sapienti mani dei cuochi e delle cuoche della Famiglia Alpina Sarmatese (Piacenza), in occasione della ricorrenza di S.Antonio patrono degli animali.

Plòn, ovvero le castagne secche e poi bollite, per iniziare, polenta con la saporita fritura ad gogn (salsiccia, lombo, fegato con la sua reticella) e le classiche sprelle per chiudere in dolcezza, il tutto innaffiato da vini genuini.

Una serata in compagnia, davanti al fuoco del camino nella sede dell’associazione, organizzata dalla penna nera Sesto Marazzi e accompagnata dai componimenti del poeta dialettale Sandro Sacchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.