Quantcast

“Tu sei futuro”, a Castelsangiovanni incontro sui lasciti

Più informazioni su

Giovedì 25 gennaio,Castel San Giovanni (in via Mazzini, 2 presso l’Università della Terza Etàore 15.30 – ingresso libero) si terrà un incontro con i notai per sensibilizzare, informare e soprattutto offrire un servizio di consulenza in materia successoria.

L’iniziativa rientra nella nuova campagna lasciti ‘Tu sei futuro’, in occasione dei 50 anni di AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla che rinnova la propria campagna sui Lasciti testamentari e il suo impegno a fare cultura su questo fondamentale strumento, il lascito solidale appunto, capace di  garantire futuro a tante persone con sclerosi multipla.

All’incontro intervengono i notai Raffaello Bianco ed Eloisa Alessandra Luini del Consiglio Notarile di Piacenza.

In questa XIV edizione dell’iniziativa, che da sempre prevede la collaborazione del Notariato, sono ben 48 le città italiane – tra cui Piacenza – sede di incontri nei quali i notai saranno a disposizione dei cittadini per fornire un’informazione chiara e esaustiva sul “testamento”.

Il calendario degli incontri e le informazioni sulla Settimana Nazionale AISM dei Lasciti sono disponibili al numero verde AISM 800-094464 e sul sito dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla www.aism.it/lasciti.

Sempre al numero verde dedicato 800.094464 si potrà anche richiedere gratuitamente la Guida ai lasciti testamentari aggiornata e rinnovata nei contenuti e nella grafica, realizzata da AISM in collaborazione e con il patrocinio del  Consiglio Nazionale del Notariato. Uno sguardo in materia di diritto che, con un linguaggio semplice e chiaro, aiuta a districarsi in una materia tanto complessa, come quella delle successioni, aiutando le persone interessate a fare scelte consapevoli.

La sclerosi multipla è una grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante. Nel nostro paese si registra una nuova diagnosi ogni 3 ore. Colpisce per lo più i giovani tra i 20 e i 30 anni e le donne. Il 10% della popolazione colpita è rappresentata da giovani  sotto i 18 anni. La SM in età pediatrica si manifesta in un momento di piena crescita delle funzioni cerebrali, portando all’insorgenza di problemi cognitivi e di disabilità fisica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.