Quantcast

Assigeco esce sconfitta dalla battaglia con Bergamo (86-79)

Più informazioni su

L’Assigeco Piacenza è costretta ad arrendersi per la seconda volta in questa stagione a Bergamo dopo una battaglia molto equilibrata decisasi solo dopo un tempo supplementare.

LA CRONACA – Inizio di partita contrassegnato da un grande equilibrio. Dopo 4’ l’Assigeco e avanti di una sola lunghezza (6-7) con 5 punti di Scootie Guyton. Una tripla di Reati lancia Piacenza sul primo massimo vantaggio biancorossoblu (+6, 8-14). Sul finire del quarto si scatena Hollis (8 punti) che, praticamente da solo, tiene a contatto Bergamo. Alla fine del primo quarto l’Assigeco conduce col punteggio di 16-18.

Bergamo inaugura la seconda frazione con un 6-0 di parziale che la riporta avanti sul 18-22. La risposta biancorossoblu passa per la tripla di Reati e il tiro della media di Passera per il nuovo +1 Assigeco (23-22). Nella seconda metà della frazione i padroni di casa prendono il largo grazie ad un parziale di 16-5 chiuso dalle due triple consecutive di Solano e Sergio per il primo vantaggio in doppia cifra bergamasco (28-38 al 18’). I tiri da tre (5/10 con 3 triple messe a segno da Reati) tengono viva l’Assigeco che riesce a ricucire parzialmente lo strappo andando all’intervallo sotto di 5 lunghezze (38-43).

Reati e Sanguinetti guidano la riscossa biancorossoblu in apertura di terzo quarto: al 23’ Piacenza rimette la testa avanti (47-46). Reati (13 punti) e Infante (11 punti) sono ancora i protagonisti nel parziale della terza frazione (9-18) a favore di Piacenza che, però, non riesce a scrollarsi di dosso Hollis e compagni. Al 30’ l’Assigeco è avanti di 4 punti: 52-56.

Si prosegue sui binari di un grande equilibrio anche negli ultimi 10 minuti di gioco con continui cambi di leadership nel punteggio. Le triple di Mascherpa infiammano il PalaNorda con i padroni di casa che riescono a scavare un piccolo gap portandosi a +5 (63-68 al 37’). A 30” dalla sirena finale è Infante a piazzare la zampata in tap-in per il -1 ma sbagliando il tiro libero supplementare per il fallo subito. Dall’altra parte Ferri realizza il 2 su 2 dalla lunetta per il 73-70 in favore di Bergamo prima della tripla del pareggio di Sanguinetti a 12” dalla sirena finale (73-73) e dell’errore sull’ultimo tiro di Guyton dopo un incredibile palla rubata ancora da Sanguinetti.
E’ overtime al PalaNorda.

Mascherpa (17 punti con 4/7 da tre) e Fattori (16 punti con 4/6 da tre) fanno malissimo alla difesa biancorossoblu con Bergamo che vola sul +7 (75-82) a poco più di un minuto dalla fine. Solano con un canestro da sotto e un tiro libero chiude definitivamente ogni tipo di discorso, nonostante gli ultimi disperati tentativi dell’Assigeco. Finisce 86-79 in favore di Bergamo.

MOMENTO CHIAVE – Il parziale di 6-0 con le triple di Mascherpa e Fattori alla metà esatta del tempo supplementare per il +7 che, di fatto, ha chiuso definitivamente la contesa.

PROTAGONISTI BIANCOROSSOBLU – Capitan Luca Infante è il miglior realizzatore dei suoi con 15 punti a cui ha aggiunto 9 rimbalzi. Altri quattro giocatori dell’Assigeco in doppia cifra: Oxilia (14), Sanguinetti (14), Reati (13) e Guyton (12).

CURIOSITA’ STATISTICHE – Perfetta parità nella percentuale del tiro da tre punti (42%). La panchina di Bergamo batte quella di Piacenza 32-20 (14 punti di Oxilia). Pessime percentuali ai liberi per l’Assigeco che tira con un misero 60% (12/20) opposto al 76% (16/21) dei padroni di casa.

PROSSIMO AVVERSARIO – Roseto Sharks, l’11 febbraio alle ore 18, al PalaBanca di Piacenza.

BERGAMO BASKET 2014 – ASSIGECO PIACENZA 86-79 d.t.s
(16-18, 27-20, 9-18, 21-17, 13-6)

Bergamo: Solano 6, Cazzolato ne, Sanna 6, Mascherpa 17, Ferri 9, Bedini ne, Magni ne, Fattori 19, Bozzetto 3, Sergio 12, Hollis 14, Crimeni ne. All: Ciocca.

Piacenza: Guyton 12, Passera 6, Sanguinetti 14, Diouf ne, Formenti, Infante 15, Seye ne, Livelli ne, Arledge 5, Oxilia 14, Amoroso, Reati 13. All: Zanchi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.