Quantcast

Badante uccisa e ritrovata a Isola Serafini, un arresto

Il suo cadavere era affiorato nel giugno del 2016 nel Po ad Isola Serafini (nel comune di Monticelli d’Ongina), in provincia di Piacenza.

Ora per l’omicidio della badante albanese di 40 anni uccisa con un colpo di pistola alla testa ci sarebbe anche un responsabile.

I carabinieri di Stradella hanno arrestato un pensionato italiano di 64 anni, Franco Vignati, residente a Chignolo Po, ex assessore comunale, che ora si trova nel carcere di Lodi.

Come ha spiegato il procuratore di Lodi Domenico Chiaro, l’uomo era il compagno di questa donna ed era stato lasciato da lei 6 giorni prima dei fatti.

Quattro giorni prima era andato a prendere la sua pistola a casa della ex moglie e l’omicidio è stato una vera e propria esecuzione, un colpo alla nuca.

La “Provincia Pavese” ricorda che Vignati era stato interrogato già nei primissimi giorni dell’inchiesta: pare avesse cambiato spesso versione sui fatti.

L’auto della vittima fu ritrovata a San Colombano e il suo corpo fu ripescato l’8 giugno nel Po. L’indagine sulla sua scomparsa si trasformò ufficialmente in una inchiesta per omicidio dopo l’esito dell’autopsia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.