Quantcast

Casapound inaugura la sede. Manifestazione di protesta fotogallery

Casapound inaugura la nuova sede in via X Giugno a Piacenza e scatta subito una manifestazione di protesta, che ha raccolto forze di sinistra, sindacati di base e indipendenti.

Nonostante fosse già in programma un corteo, organizzato dal collettivo ControTendenza, per il pomeriggio di sabato 10 febbraio, si è deciso di non aspettare dando vita a una protesta non autorizzata, facendo partire un tam tam di mobilitazione via Facebook e whatsapp, in concomitanza con l’inaugurazione della sede del partito di estrema destra.

Una concomitanza che ha reso necessario un massiccio spiegamento di forze, con 30 poliziotti in assetto antisommossa e l’aiuto dei carabinieri del comando di Piacenza. A verificare la situazione è infatti intervenuto anche il comandante dell’Arma, Corrado Scattaretico.

Si sono così tenuti separati i due gruppi, in una giornata delicata dopo la sparatoria a Macerata dove un estremista, candidato con la Lega Nord lo scorso anno, ha fatto fuoco sulla folla ferendo 6 stranieri.

Da una parte, in via Campo della Fiera, i manifestanti con bandiere e cartelli “Via i fascisti da Piacenza“, hanno intonato “Bella ciao” e scandito slogan.

Dall’altra, in via X Giugno, si è tenuta l’inaugurazione della sede di Casapound, con una camionetta della polizia e il servizio d’ordine del partito a fare da barriera.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.