Tra castelli e tradizioni, proseguono gli incontri culturali per anziani

Più informazioni su

“Riscoprire le tradizioni popolari e le bellezze dei castelli del territorio piacentino: questo il filo conduttore dei due incontri organizzati nei giorni scorsi dall’ufficio Attività socio-ricreative del Comune di Piacenza.  Grazie alla collaborazione con il Cineclub Cattivelli, nella sala del Consiglio provinciale è stato proiettato il video “Castelli del piacentino”, realizzato in occasione di Expo 2015.

All’evento hanno partecipato l’assessore ai Servizi sociali Federica Sgorbati, il presidente del Cineclub Giuseppe Curallo, Renato Bersani – tra gli autori del filmato – e l’architetto Marcello Spigaroli, che ha curato l’introduzione al documentario. E’ stato solo il primo di una serie di incontri promossi insieme al il Cineclub Cattivelli: il prossimo si svolgerà in marzo e vedrà, con il video “Pellicole di storia”, il coinvolgimento dell’associazione Archistorica, il cui presidente Manrico Bissi interverrà per presentare i segreti di Piacenza.

Folta partecipazione anche all’incontro che l’Ufficio Attività socio-ricreative ha organizzato in collaborazione con la Biblioteca Passerini Landi. Ai cittadini ultrasessantacinquenni è stato proposto il primo appuntamento della rassegna “Quando si cantava – parole e musiche della tradizione piacentina”,  dedicato alla riscoperta delle canzoni piacentine di una volta (da “Sento le rane che cantano” a “Laggiù nel bosco nero c’è un omettin”).

Dopo i saluti degli assessori Sgorbati e Zandonella, la ricercatrice e bibliotecaria Daniela Morsia ha illustrato le caratteristiche del fondo etnografico acquisito dalla Provincia, che contiene numerose registrazioni audio degli anni Sessanta, di canzoni, filastrocche e suoni di un tempo. E’ così iniziato un viaggio nei ricordi, tra luoghi della Piacenza di una volta, mestieri ormai scomparsi e personaggi caratteristici, indimenticabili.

A breve sarà reso noto il calendario dei prossimi incontri, che oltre al repertorio di canzoni vedrà anche la presentazione di poesie in dialetto piacentino, brevi scenette e momenti d’animazione per ricordare come ci si divertiva un tempo. Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile contattare l’ufficio Attività socio-ricreative del Comune di Piacenza, in via Taverna 39, telefonando, al mattino, al numero 0523/492724.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.