Galletti “Nostra vera coalizione, consolidata in 5 anni di Governo”

“Siamo una coalizione che si è consolidata in 5 anni di governo, in 5 anni in consiglio dei ministri non mi sono mai trovato in imbarazzo a votare un provvedimento, perché c’è stata unità d’intenti nel lavoro che abbiamo portato avanti”.

Così il ministro all’ambiente Gian Luca Galletti, ospite a Piacenza di un incontro elettorale della coalizione di centrosinistra (PD, +Europa, Insieme, Civica Popolare), ha ripercorso il suo impegno politico degli ultimi 5 anni.

“Questa coalizione è nata sulla base emergenziale, ma è diventata strutturale – dice il ministro, che non è candidato alle prossime elezioni -. Abbiamo adottato provvedimenti importanti: il Jobs Act è nei miei valori, la riforma della scuola è nei miei valori, sulle unioni civili abbiamo trovato una mediazione che io ritengo assolutamente equilibrata, vado fiero della legge sul Dopo di noi, della legge sugli eco reati, attesa da 20 anni”.

“Questo è il lavoro che abbiamo fatto – dice il ministro Galletti – e su questo si è formata una coalizione forte. Noi rappresentiamo quei moderati che hanno scelto di stare in Europa e di voler far crescere questo Paese, di assicurare diritti ai cittadini. I moderati che hanno fatto una scelta diversa faranno i conti con la loro coscienza”.

Il ministro all’ambiente ripercorre quanto fatto, in Regione Emilia Romagna, sul fronte del dissesto idrogeologico.

“In questa terra, non solo a Piacenza, ma in tutta l’Emilia Romagna, abbiamo portato molte risorse, e non ci siamo limitati solo questo. Grazie a un lavoro intenso dell’assessore Paola Gazzolo con il contributo di Paola De Micheli siamo riusciti a trasformare queste risorse in progetti e in alcuni casi anche in opere – sottolinea – E questa è un’anomalia a livello nazionale. Perché il problema non è solo trovare le risorse, ma spenderle bene in tempi brevi e noi ci siamo riusciti. E’ un lavoro lungo e io adesso non dico che la Regione sia messa in sicurezza, ma dico che è iniziato un percorso che va portato avanti con la stessa determinazione con cui lo abbiamo fatto noi. Sarebbe un peccato disperdere quanto abbiamo fatto finora. E questo è un incentivo per sostenere una coalizione che ha fatto un lavoro importante per uno dei temi più emergenziali del nostro territorio”.

“In 5 anni non abbiamo mai fatto condoni e se resteremo al Governo non faremo mai condoni. E’ proprio un’educazione sbagliata. Se vogliamo salvaguardare il nostro territorio dobbiamo rispettare le regole in maniera durissima. Perché qualsiasi cedimento venga fatto, andrà a svantaggio delle generazioni future”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.