Gls, salta il confronto con Usb. Il Prefetto: “Continuare il dialogo”

Più informazioni su

L’azienda GLS non ha preso parte al tavolo di confronto con il sindacato USB, convocato mercoledì pomeriggio dal Prefetto di Piacenza Maurizio Falco: la delegazione dell’azienda – fa sapere la Prefettura – ha deciso all’ultimo momento di non partecipare, in quanto nei pressi della Prefettura era in corso un presidio di protesta di alcune decine di lavoratori aderenti allo stesso sindacato USB, “non ritenendo esserci le condizioni per un dialogo sereno con la controparte”.

Il Prefetto, presente il Questore, ha comunque ricevuto i rappresentanti sindacali informando dell’assenza imprevista dell’azienda.

Il sindacato nelle scorse ore ha depositato in tribunale i ricorsi relativi a 28 lavoratori, chiedendo la loro stabilizzazione e denunciando irregolarità contrattuali da parte dell’azienda, all’interno della quale il 30 gennaio era scattato un maxicontrollo delle forze dell’ordine.

“I rappresentanti USB – si legge in una nota diffusa dalla Prefettura – pur stigmatizzando fortemente l’atteggiamento della parte datoriale, hanno ringraziato il Prefetto per la disponibilità a mantenere comunque aperto il dialogo tra le parti, ribadendo come sia fondamentale porre all’attenzione del committente GLS la situazione in cui versano attualmente i lavoratori interessati nelle recenti indagini in corso nei confronti della Cooperativa Seam, che ha in subappalto la selezione del personale nel plesso di Montale”.

Il Prefetto ha evidenziato “l’importanza di non perdere il filo di un pur difficile dialogo che deve sempre esistere ai fini della tutela sia delle prospettive aziendali che delle legittime aspettative dei lavoratori, la cui posizione comunque è oggetto di appositi accertamenti da parte dell’Ispettorato territoriale del Lavoro e delle Forze di Polizia”.

“Dopo ampia discussione, è emersa da parte del sindacato la volontà di continuare, pur nella difficoltà del momento, ad incontrarsi con il committente GLS e con la cooperativa Seam per valutare ogni positiva soluzione della vertenza. Il Prefetto ha, in ogni caso, ribadito la disponibilità a riconvocare le parti mettendo in particolare l’accento sulla necessità che non si abbandoni la strada del dialogo e della legalità pur nell’ambito delle forti contrapposizioni esistenti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.