PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La bellezza ti stupirà”, performance/installazione di Enzo Cosimi

Una creazione di natura coreografica/performativa e installativa che nasce da una indagine e riflessione sui temi della marginalità sociale, sulla figura dell’homeless e sulla sua regale solitudine nella società contemporanea.

È “La bellezza ti stupirà” della Compagnia Enzo Cosimi, in scena al Teatro Gioia di Piacenza nel cartellone di TeatroDanza, curato da Roberto De Lellis, della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2017/2018 del Municipale proposta da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri di Piacenza, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, con Crédit Agricole – Cariparma main sponsor di Fondazione Teatri. Appuntamento venerdì 23 e sabato 24 febbraio alle ore 21 nello spazio di via Melchiorre Gioia 20/a.

La performance/installazione di Enzo Cosimi sarà costruita insieme a un gruppo di ospiti dei servizi della Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio, coinvolti dal coreografo in un percorso laboratoriale realizzato a partire dal 19 febbraio, sempre al Teatro Gioia. Filmati, interviste e una sfilata visionaria comporranno l’esito finale.

Un progetto proposto da Teatro Gioco Vita e Associazione Amici del Teatro Gioco Vita con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano nell’ambito di “InFormazione Teatrale”, realizzato in collaborazione con la Caritas Diocesana.

“La bellezza ti stupirà”, regia, video e coreografia di Enzo Cosimi, costumi di Antonio Marras, con Flavia Passigli al violoncello, è un lavoro che si è sviluppato attraverso studi precedenti realizzati in collaborazione con gruppi di persone senza fissa dimora, un mondo sotterraneo abitato da figure borderline che scelgono o si trovano a vivere drammaticamente ai bordi della società odierna. L’esperienza di vita degli homeless rappresenta il fulcro drammaturgico del lavoro, ispirato dall’opera di Joseph Beuys.

Il progetto vede la collaborazione per i costumi del fashion designer Antonio Marras, tra i più interessanti e innovativi stilisti del design contemporaneo. Uno spettacolo che è un tableau vivant, un unico piano sequenza che prende le sembianze di un racconto fiabesco immerso in un’inquietudine sospesa e rarefatta. «In questo modo – spiega Enzo Cosimi – la sensibilità contemporanea “sporca” l’aurea intoccabile del Principe-homeless, attraverso uno sguardo allo stesso tempo estetico e socio-politico, realizzando una coreografia politica, scevra da comune retorica».

Enzo Cosimi è coreografo regista tra i più autorevoli della danza contemporanea italiana, autore dagli anni Ottanta di titoli chiave come “Calore” e il bellissimo “Sopra di me il diluvio” con Paola Lattanzi, entrambi visti a Piacenza, dove l’artista in questi anni è stato più volte ospite dei cartelloni di Teatro Danza curati da Teatro Gioco Vita.

 

BIGLIETTI TEATRO FILODRAMMATICI E TEATRO GIOIA

Posto unico € 15 (intero) 13 (ridotto)
Studenti/Scuole di danza € 10 (posto unico in galleria)

INFO E BIGLIETTERIA

TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 10-16. Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Gioia, via Melchiorre Gioia 20/a, tel. 0523.1860191). Per informazioni: Teatro Gioco Vita, Biglietteria/Promozione pubblico 0523.315578 info@teatrogiocovita.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.