Per la Vigor giornata indimenticabile nella “casa” della Juventus fotogallery

Una giornata intensa, iniziata all’alba con la partenza, ma che resterà per sempre impressa nella memoria dei protagonisti. E’ il grande giorno della Vigor Carpaneto 1922, che oggi (giovedì) a Vinovo è stata ospite della Juventus nel test informale che ha contribuito alla preparazione dei bianconeri in vista del match domenicale contro il Sassuolo.

Dal canto suo, invece, la formazione di Stefano Rossini ha alzato il tasso di adrenalina, ricevendo stimoli enormi che potranno essere utili domenica nell’impegno di campionato in serie D a domicilio del Romagna Centro. Oltre che vivere un’occasione storica, la Vigor Carpaneto 1922 può anche orgogliosamente dire di aver fatto bella figura contro i pluricampioni d’Italia. Il test durato cinquanta minuti, infatti, è terminato 2-0 per la Juventus, con il risultato bloccato per ben 45’, mentre nel finale ha deciso la doppietta del giovane Ferdinando Del Sole, arrivato recentemente dal Pescara.

LA GIORNATA – L’amichevole informale (a porte chiuse) è andata in scena alle 12,15, con la Vigor che è arrivata con largo anticipo al quartier generale bianconero di Vinovo, prima delle 10. L’avventura biancazzurra è iniziata con la partenza in pullman alle 7 dal centro sportivo di Carpaneto. Sosta a Piacenza per far salire altri componenti della squadra, poi via verso il Piemonte e l’ingresso nel centro di Vinovo.  Ad assistere all’indimenticabile giornata biancazzurra sono arrivati anche il presidente Giuseppe Rossetti (con famiglia) e lo sponsor Bruno Giglio.

Fin da subito, un’accoglienza organizzata e cordiale, con la possibilità per i dirigenti – mentre la squadra si riscaldava su un terreno di gioco – di visitare anche le strutture del centro di Vinovo. Poi è arrivata l’emozione della partita, seguita dallo scambio di doni (un gagliardetto e un cesto di prodotti tipici piacentini da parte della Vigor, mentre la Juventus ha donato il gagliardetto e diverse maglie da gioco).

Infine, il pranzo e il rientro nel pomeriggio a Carpaneto, con la soddisfazione di un giovedì indimenticabile. In realtà, la giornata è iniziata già ben prima a colpi di scherzosi “colpi” di Instagram, ironizzando sulle “facili” marcature del test, sui migliori piedi e via dicendo. Un entusiasmo che non è scemato nemmeno nel viaggio di ritorno, con molteplici refresh sul sito della Juventus in attesa delle foto del test.

LA PARTITA – Scendere in campo contro campioni come quelli bianconeri è un’emozione indelebile. Il test prevedeva un tempo unico da 50 minuti, con la possibilità di sostituire giocatori in qualsiasi momento senza limitazioni. Nella prima parte, la Vigor è scesa in campo con il tridente offensivo Tinterri-Sylla-Bernasconi, mentre il trio di centrocampo era formato da Rossi, Mastrototaro e Mauri, con  la coppia centrale difensiva formata da capitan Fogliazza e Tognassi, con Pizza e Barba sugli esterni. Per metà gara, un portiere “speciale” per il Carpaneto: Wojciech Szczesny.

Sul versante bianconero, invece, spazio a tante seconde linee, mentre tra i “big” spiccano a centrocampo Claudio Marchisio, Stefano Sturaro e Rodrigo Bentancur, con Kwadwo Asamoah sulla corsia mancina. Al 25’, “rivoluzione” biancazzurra, dove restano in campo solo Barba e Fogliazza, mentre tra i pali entra Mercuri. Nella prima parte del test, il Carpaneto ha tenuto egregiamente il campo e ha avuto più occasioni, due con Bernasconi e una con Sylla, mentre la Juventus ci ha provato con il giovane talento Nicolussi (2000). Il risultato è stato sbloccato al 45’ da Del Sole con una bella punizione. Sui piedi del terzino Barba la palla del possibile 1-1, mentre allo scadere lo stesso Del Sole ha raddoppiato con un preciso tiro da fuori area.

I BIG – Al centro sportivo si sono visti anche alcuni “big” non impegnati nel test, tra cui Paulo Dybala. A guidare la squadra, Massimiliano Allegri, coadiuvato dal vice Marco Landucci, salutato dal tecnico della Vigor Stefano Rossini con cui ha condiviso da calciatore l’esperienza alla Fiorentina. A bordo campo, gradite visite nell’area adiacente alla panchina del Carpaneto: per tutta la partita si sono intrattenuti con i dirigenti biancazzurri il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici, il vicepresidente bianconero Pavel Nedved e Mattia Notari (area scouting).

Da parte loro, tanta cordialità e la massima disponibilità per una lunga serie di foto ricordo a cui non si è sottratto neanche Massimiliano Allegri. Non sono mancati nemmeno i bei gesti in campo, con Claudio Marchisio che ha regalato una felpa a Matteo Terranova, idem Asamoah con Pietro Maria Pizza, mentre Stefano Sturaro è andato in magazzino per donare una divisa di gioco a Dario Mastrototaro.

MISTER ROSSINI – “Il test a casa della Juventus – commenta il tecnico della Vigor Stefano Rossini – è per noi un motivo d’orgoglio, inoltre abbiamo fatto una buona figura. L’accoglienza bianconera è stata buonissima e il centro sportivo è meraviglioso. Per noi è stato un allenamento particolare, ora ripartiamo con la normalità concentrandoci sulla partita di domenica a domicilio del Romagna Centro”.

MERCATO – Nel frattempo, dal Pro Piacenza è arrivato il giovane terzino classe 1999 Mattia Dametti, mentre il coetaneo Domenico Murro è rientrato alla base dal prestito al Sassuolo, finendo poi al Pro Piacenza.

Foto Daniele Badolato/Juventus Fc

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.