PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Made in Italy e Italian sounding, incontro con l’eurodeputato Zullo (M5s)

Domenica 18 febbraio alle ore 17 presso la Casa delle Associazioni in via Musso 5 a Piacenza, l’eurodeputato del Movimento 5 Stelle Marco Zullo presenterà alla cittadinanza un incontro dedicato alla salvaguardia dei prodotti italiani.

Sarà presentato il Regolamento europeo approvato il 25 ottobre 2011 e la proposta di atti esecutivi in vigore dal 2019 che, sottolineano gli organizzatori dell’incontro, annienterebbero le norme italiane che prevedono l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di pasta, riso, latte, formaggi e pomodoro.

Si parlerà, inoltre se ed in che modo, questo regolamento possa lasciare spazio al cosiddetto “Italian Sounding”, quel fenomeno che evoca il Made in Italy in maniera ingannevole (attraverso diciture simili, immagini con il tricolore italiano) su prodotti che non sono lavorati in Italia. Tra quelli italiani maggiormente penalizzati all’estero dall’Italian Sounding, ci sono pasta, olio, salse, sughi e pomodoro, prodotti da forno e mozzarelle. Si tratta di una pratica che avvantaggia ovviamente le grandi lobby industriali che hanno interesse ad occultare l’origine dell’ingrediente primario.

Per l’occasione, sarà ospite della serata, la Dott.ssa Marina Mariani, laureata in scienze agrarie; da oltre quindici anni si occupa di sicurezza alimentare, collaborando con numerose industrie alimentari e tour operator, per i quali ha impostato e gestito il controllo di qualità e il sistema di autocontrollo aziendale. Con lei saranno affrontati i temi riguardanti le etichettature, le frodi alimentari e l’importanza del biologico.

Si parlerà inoltre del valore del Made in Italy, perché i prodotti importati, possono seriamente avere ripercussioni negative sulla nostra salute. Un esempio, il frumento importato ed utilizzato dalle industrie alimentari per produrre la pasta, trattato con il glifosato, sostanza velenosa ed erbicida più utilizzata al mondo e presente in diversi prodotti. Da non dimenticare il glutammato monosodico, un pericoloso additivo alimentare che viene inserito in etichetta sotto la dicitura “estratto di lievito”.

Parteciperà inoltre all’evento il professore Giuliano di Pierdomenico, dell’Azienda Agricola Biologica Trebbiola a Bassano di Rivergaro, nonché docente di agronomia presso l’Istituto Tecnico Agrario di Piacenza. Con lui si affronteranno le tematiche legate al comparto del biologico, settore traino dell’agroalimentare italiano con ben un milione e mezzo di ettari convertiti a produzione biologica. Sarà sviluppato il tema dei giovani agricoltori e le difficoltà che si trovano ad affrontare per accedere ai contributi europei previsti dal piano di sviluppo rurale.

Per l’evento, sarà allestito un piccolo show cooking con prodotti e vini biologici piacentini, gentilmente offerti dalla Cantina Valtidone di Borgonovo, eccellenza del nostro territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.