Piacenza sconfitto a Olbia dall’Arzachena (3-0)

Più informazioni su

Arzachena – Piacenza (3-0)

Vano 7’ , Sanna 64′, La Rosa 88′ FINALE

LA CRONACA

In classifica l’Arzachena si trova ora a quota 30, mentre il Piacenza resta a quota 29.

Ripresa più equilibrata rispetto al primo tempo. Il Piacenza inizia con determinazione ma non crea pericoli alla porta sarda. E l’Arzachena ne approfitta con un’altra ripartenza che porta Sanna in rete.

Il Piacenza è tutto nell’occasione del 24’, quando Corradi calcia dal limite dell’area piccola ma la sfera termina tra le braccia di Ruzittu. E al 43’ arriva il raddoppio di La Rosa.

All’88’ i sardi chiudono il match con La Rosa, tiro a giro del neo entrato, che dal limite dell’area piazza il pallone sotto all’incrocio

Al 64′ ancora una rete in contropiede per l’Arzachena: Bonacquisti serve Nuvoli, che di prima lancia Sanna, supera Di Cecco e s’invola verso la porta, dove segna il 2-0

Si conclude un primo tempo dove gli ospiti hanno avuto il gioco in mano, ma i padroni di casa hanno segnato la rete che decide per ora il match: al 7’, lancio di Sanna per Vano, che aggira Pergreffi e insacca il vantaggio.

Il Piacenza vicino al gol in due occasioni con Taugordeau (5’ e 14’), che con due tiri da fuori ha scaldato i guanti di Ruzittu, mentre Arboleda ha compiuto un miracoloso salvataggio sulla linea da tiro di Di Molfetta (43’, tra i migliori del Piacenza).

Dopo la preziosa vittoria di Arezzo il Piacenza va alla ricerca di continuità di risultati per proseguire la
rimonta in chiave play-off; sarà la matricola Arzachena (si gioca ad Olbia alle 14.30) a testare il nuovo assetto dei biancorossi, usciti radicalmente mutati dalla sessione invernale.

La squadra di Mauro Giorico è reduce dalla vittoria per 2-0 in casa del Pontedera e viaggia al tredicesimo posto in graduatoria ad appena due punti dal Piacenza: momento non felicissimo per la compagine smeraldina, che proprio domenica scorsa ha posto fine ad una netta flessione (appena 4 punti nelle ultime 8 gare) che ha riportato i sardi vicino alla zona rischio e lontano dai play-off.

Sul mercato sono arrivati l’esterno sinistro Trillò dalla Sambenedettese, il centrocampista Cardore dalla Lucchese ed il giovane attacante Musto dal Bologna, ma il colpo più importante è stato quello di trattenere il fantasista Curcio (9 reti per lui) dalle sirene di altre squadre.

Nel 4-3- 1-2 dei bianco verdi spazio in avanti al possente Vano spalleggiato dal duo leggero Curcio-Sanna, capaci in tre di siglare 22 delle 31 reti complessive; a centrocampo probabile panchina per capitan Benacquisti con Nuvoli e Bertoldi a supporto di Casini, in difesa ballottaggio Trillò-Peana sulla sinistra.

Nessun squalificato nel Piacenza che in settimana ha perso sia Ferri che Scaccabarozzi: fuori causa Morosini e Masullo, sono pochi in realtà i dubbi per Franzini che dovrebbe preferire Mora a Di Cecco come terzino destro, mentre l’unico ballottaggio reale in mezzo al campo è quello tra Segre e Della Latta con Corradi interno mancino e Di Molfetta riproposto in avanti con Pesenti e Corazza.

I bookmakers danno leggermente favoriti i padroni di casa con una quota a 2.35, meno probabile il pareggio valutato a 3.10 mentre la vittoria dei biancorossi è data a 3.00.

Probabili formazioni

Arzachena (4-3- 1-2). Ruzittu, Arboleda, Sbardella, Piroli, Peana (Trillò), Nuvoli (Bonacquisti), Casini, Bertoldi, Curcio, Sanna, Vano.

Piacenza (4-3- 3). Fumagalli, Mora (Di Cecco), Silva, Pergreffi, Masciangelo, Segre (Della Latta), Taugourdeau,
Corradi, Di Molfetta, Pesenti, Corazza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.