PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pro Piacenza, ad Olbia un pareggio che fa classifica. TOP e FLOP

Più informazioni su

Un pareggio in Sardegna che permette al Pro Piacenza di tornare a fare punti in trasferta dopo due ko consecutivi, di allungare in classifica sul fanalino di coda Gavorrano e di avvicinarsi alla Lucchese nuovamente sconfitta. La squadra di Pea ha schierato un inedito 4-4-1-1 molto solido ed equilibrato, che solo sporadicamente ha sofferto un Olbia in difficoltà offensiva causa assenze di Ogunseye e Piredda, che hanno indebolito l’attacco sardo.

I TOP

DANILO ALESSANDRO – Schierato come seconda punta si è ben disimpegnato nelle vesti di suggeritore; splendida l’azione che ha portato in porta Belfasti, per il resto si è ben comportato lottando contro la difesa dei padroni di casa.

LA SOLIDITA’ DI SQUADRA – Il “ Bruno Nespoli” è solitamente uno stadio caldo su cui non è facile giocare; i rossoneri tuttavia sono scesi in campo con piglio autoritario minimizzando i rischi. Una buona prova di maturità e concretezza.

NAZARENO BELFASTI – Impiegato in un ruolo più avanzato a centrocampo ha sui piedi l’occasione per lo 0-1. Si proietta a livello offensivo con giudizio, non lasciando mai scoperto il compagno di fascia Ricci; è una soluzione che in trasferta merita la riproposizione.

I FLOP

LA CLASSIFICA – Pur in una domenica positiva nel risultato la classifica rimane critica: Cuneo e Prato non sembrano mollare, davanti il Pontedera è ormai scappato in attesa di capire la situazione di penalizzazione dell’Arezzo; in vista poi il proibitivo impegno con la Viterbese.

FERDINANDO MASTROIANNI – Non era certo la partita ideale per sbloccarsi, ma il centravanti partenopeo ha fatto un passo indietro rispetto alla positiva prestazione con la Pistoiese. Se le difficoltà in zona gol sono ormai evidenti, da lui ci si aspetta almeno che possa aiutare a far salire la squadra.

INTRAPRENDENZA – Preso atto delle difficoltà dell’Olbia in termini di assenze e risultati (otto sconfitte consecutive in trasferta), forse in Sardegna si è persa una occasione per tornare a vincere fuori casa e fare un bel balzo verso una graduatoria più soddisfacente. Col senno di poi serviva maggiore coraggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.