Quantcast

Truffa di moto d’epoca in Polonia, preso dal nucleo investigativo di Piacenza

Ricercato da un mese per truffa di moto d’epoca e vari reati commessi in Polonia, preso dai carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza.

Destinatario del mandato d’arresto europeo della Corte di Varsavia il 29 gennaio scorso un 49enne polacco, residente dal 2016 nella nostra provincia, a Rottofreno, dove però si era reso irreperibile da diverso tempo.

Un ordine di carcerazione emesso con le accuse di furto, falsificazione di documenti e truffa di motociclette d’epoca, con una relativa pena da scontare pari a 4 anni, 11 mesi e 4 giorni, in attesa della sentenza del terzo grado di giudizio.

Un “fantasma” per gli investigatori, che si sono subito messi sulle sue tracce, iniziando a monitorare la località della bassa Valtrebbia, per capire se lì avesse ancora dei contatti.

Una volta scoperto che una famigliare del latitante si era spostata a La Spezia, le indagini dei militari di Piacenza si sono spostati nel capoluogo ligure.

Grazie ad un lavoro meticoloso e ad accertamenti tecnici, nella notte sono riusciti a intercettare un incontro del 49enne con la famigliare e ad arrestarlo.

E’ stato condotto nella casa circondariale di La Spezia in attesa dell‘estradizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.