Quantcast

Volley B2, al rimonta non basta a Busa Trasporti con Marudo (2-3)

BUSA TRASPORTI-BLS GOSSOLENGO-TOMOLPACK MARUDO 2-3 (21-25; 20-25; 25-23; 25-20; 18-20)

BUSA TRASPORTI-BLS GOSSOLENGO: Rocca M. 4, Cobbah 6, Valchierai 11, Bottaini 17, Scarabelli 19, Maini 15, Nedeljkovic 7, Fava, Brigati, Picco (L). NE: Rocca S., Sacchi (L2). All. Cornalba-Chiodaroli
TOMOLPACK MARUDO: Treccani 2, Martinelli 21, Rossi 1, Lamartina 9, Bocchino 12, D’Adamo 11, Stefani 14, Treccani 2, Samartani 3, Costa, Traversoni (L). NE: Palandrani, De Clemente, Volpi (L2). All. Esposito-Vassallo

Una grande rimonta non basta al Busa Trasporti-BLS: Marudo strappa due punti a Gossolengo, con lo stesso epilogo di due settimane fa dove protagonista di un’altra partita infinita era stata Cusano. Nelle fila biancoverdi c’è la giovanissima alzatrice Susanna Rocca, in “prestito” dal Thunderblade MioRiver, che prende il posto dell’assente Maloberti.

I primi punti sono di marca biancoverde: Scarabelli e compagne premono con Marudo che però si ricompatta passando anche a condurre. Cobbah riduce il divario con le lodigiane, Rocca firma un ace che vale il diciannove pari. Nel finale un break delle ospiti inchioda il Busa-BLS sul 21-25: il primo set va a Marudo.

L’avvio del secondo parziale vede una Maini sugli scudi in attacco e a muro. Si gioca punto a punto con il Tomolpack che prova a scappare ma si vede recuperare da un ace di Rocca. Al centro coach Cornalba rileva Fava ed inserisce Nedeljkovic ma è nel finale che Marudo, nonostante l’ingresso di Brigati e Valchierai, ha lo spunto in più per decidere il parziale: il conto set vira così verso un “pericoloso” 0-2.

Coach Cornalba in avvio di terzo set rimette in campo Scarabelli confermando Valchierai in diagonale. L’opposto impatta bene sulla partita firmando punti e caricando la squadra che riesce a strappare un massimo vantaggio di sette punti. Due ace di Bottaini sembrano far pendere definitivamente la bilancia verso il piatto biancoverde ma Marudo non getta la spugna e riesce anche a pareggiare (23-23): serve il colpo di coda di Maini per chiudere il conto e riaprire la gara.

Gara definitivamente riaperta nel quarto parziale dove Valchierai, Nedeljkovic e Maini suonano la carica spingendo lo score fino al 16-11. Scarabelli va in crescendo mettendo alla prova l’ottima organizzazione difensiva delle lodigiane che alzano bandiera bianca aprendo così le porte del tiebreak.

Un tiebreak dove regna il più assoluto equilibrio: nessuna delle due formazioni riesce a trovare il break decisivo tanto che Marudo conduce al cambio campo per una sola lunghezza. Il finale è da cuori “fortissimi”: il Busa-BLS prima ha due palle set, poi si vede superare dalle ospiti. Tomolpack chiude soltanto all’ennesimo vantaggio strappando due punti, proprio come Cusano due settimane prima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.