Volley serie B, Canottieri Ongina rialza la testa contro Montecchio (3-0)

Una Coppa Italia con l’amaro in bocca di non averla giocata al meglio, poi l’orgoglio stuzzicato dal primo (rocambolesco, 28-26 al tie break) ko anche in campionato e la conseguente voglia di riscatto, mista a curiosità di ambiente e addetti ai lavori in merito alla reazione. Nello sport cadere è normale, ben più importante è sapersi rialzare e in questo la Canottieri Ongina ha saputo recitare un copione da Oscar. Il ko di sette giorni prima a Brugherio è solo un opaco ricordo per la squadra di Massimo Botti, che nel big match di giornata in serie B maschile ha fatto un sol boccone della quotata Sol Lucernari Montecchio, tornata nel Vicentino con un rotondo 3-0 sul groppone e con la consapevolezza di aver perso un treno importante per provare a rimanere aggrappati alla zona play off.

La squadra di Michele Marconi continua l’indigestione di scontri diretti, anche se a Monticelli ha incrociato una squadra, quella giallonera, che ha avuto un merito mica da poco: quello di trasformare in un qualcosa di semplice ciò che non lo era affatto. Lo suggerivano il blasone dell’avversario, i ricorsi storici di fior di battaglie in serie cadetta, e anche la classifica, con due squadre da piani alti e che legittimamente puntano al salto di categoria.

Così, la Canottieri Ongina non solo ha reagito, ma probabilmente l’ha fatto al di sopra di ogni più rosea aspettativa, con una prestazione impeccabile. In primis, di squadra, con meccanismi oliati e una sinfonia suonata da tutti gli interpreti, come testimoniano le quattro doppie cifre in tabellino nella batteria di attaccanti ben guidata in palleggio da Parisi. Anche sul versante della pallavolo giocata, vien da dire “tanta roba”, a partire dalla battuta, che ha spezzato il ritmo a Montecchio, incapace poi di imbastire un gioco efficace, anche perché i monticellesi non hanno calato il rendimento in alcun fondamentale.

Alla fine, la squadra di Botti ha chiuso lasciando 45 punti complessivi all’avversario, terminando le fatiche in 1 ora e 6 minuti di gioco, un minutaggio che di solito si vede nelle sfide testa-coda senza che vi siano cali di tensione. Con questi tre punti (che pareggiano a quota 5 le vittorie negli scontri diretti contro la Sol Lucernari nel corso della storia), la Canottieri Ongina mantiene l’imbattibilità casalinga in campionato e resta in vetta a quota 42 punti, affiancata da Cisano (corsara a Bresso, 3-0) e probabilmente Montichiari, a patto di bottino pieno oggi (domenica) nella trasferta di Cornedo.

Sabato Cardona e compagni saranno di scena a Milano contro l’Accenture Bocconi.

CANOTTIERI ONGINA-SOL LUCERNARI MONTECCHIO 3-0
(25-18, 25-14, 25-13)

CANOTTIERI ONGINA: Parisi 1, Nasari 12, Bonola 11, Cardona 12, Caci 11, De Biasi 7, Cerbo (L), Binaghi, Pazzoni. N.e.: Fall, Filipponi, Miranda. All.: Botti

SOL LUCERNARI MONTECCHIO: Mancin 3, Frizzarin 6, Sartori 2, Bertelle 5, Franchetti 5, Pranovi Mi. 11, Lollato (L), Pranovi Ma., Cortese, Zivojinovic. N.e.: Roncari, Montagna. All.: Marconi

ARBITRI: Piera Usai e Marco Scotti
NOTE: Durata set 24’, 21’, 21’ per un totale di 1 ora e 6 minuti di gioco
Canottieri Ongina: battute sbagliate 8, ace 5, ricezione positiva 66% (perfetta 46%), attacco 57%, muri 10, errori 12
Sol Lucernari Montecchio: battute sbagliate 5, ace 0, ricezione positiva 52% (perfetta 33%), attacco 40%, muri 4, errori 21.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.