PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla scoperta delle bellezze piacentine con le guide Four Seasons

In occasione della giornata del Fai (Fondo Ambiente Italiano) la guida turistica di Four Seasons presenta un percorso a piedi alla scoperta delle bellezze, dei monumenti, della storia e delle curiosità della spesso sottovalutata piccola perla emiliana, con i suoi almeno 2.235 anni di storia contando dalla data di fondazione ufficiale come colonia romana nel 218 a.c.

Accompagnati da una guida turistica abilitata della regione Emilia-Romagna si scoprirà in che modo le diverse epoche convivono nella “primogenita d’Italia” (la prima ad aderire spontaneamente all’unificazione nazionale nel 1859). Dalle flebili tracce etrusche, al chiaro tracciato romano, dal fiorentissimo Medioevo al Rinascimento, dall’epoca dei Fasti Farnesiani e del particolare barocco piacentino al periodo neoclassico, dai palazzi ottocenteschi fino alle successive influenze neogotiche e del liberty italiano. Uno sguardo d’insieme per capire Piacenza conoscendone gli aspetti principali, passando ovviamente dall’inevitabile assaggio dei prodotti della tradizione enogastronomica in una trattoria tipica la “Pireina“.

Si visiterà la Chiesa di San Savino con la sua cripta della fine del IX secolo, per entrare all’interno della parte più antica della città romana, nelle zona del tribunale, nell’incantevole Palazzo LandiPiazza Duomo con la cattedrale e gli affreschi del Guercino, i chiostri delle piazzette circostanti, per arrivare all’antichissima Basilica di Sant’Antonino da cui passò anche Federico Barbarossa. Dalla relativa piazza si arriva in poche decine di metri al Teatro Municipale e al Palazzo Scotti da Sarmato, che si aggirerà per vederne il giardino e contemporaneamente trovarvi ai piedi della neoclassica e imponente Basilica di Sant’Agostino. Passando dalla Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi percorreremo il Corso Vittorio Emanuele II verso la piazza principale della città: Piazza Cavalli con le famose statue equestre farnesiane e il Palazzo Comunale, detto anche Palazzo Gotico.

Un percorso attraverso una via su cui si affacciano diversi imponenti palazzi nobiliari arriveremo alla Müntà di Ratt, che divide la zona alta dai quartieri bassi e popolari del centro storico, nei quali è prevista la pausa pranzo in una nota trattoria con tipica cucina piacentina.
 Dopopranzo si ripartirà con una vista delle mura farnesiane, sporgendosi all’esterno attraverso il ponte di Porta Borghetto per poi percorrerne un lungo tratto all’interno fino alla Basilica di Santa Maria di Campagna per ammirare gli affreschi del Pordenone. Dall’antistante piazzale da cui partirono le Crociate si arriverà alla medievale Piazza del Borgo e sempre attraverso vie di sontuosi palazzi nobiliari si giunge alla Chiesa di San Sisto, con la copia della Madonna Sistina di Raffaello. Poche centinaia di metri ci separano dalla Cittadella Viscontea e da Palazzo Farnese.

Possibilità di pranzare in una rinomata trattoria del centro città “La Pireina” con menu tipico piacentino al prezzo di 22 € a testa da pagare in loco. Da comunicare all’atto della prenotazione. Pranzo a base di: antipasto, pisarei, dolce della casa, acqua, vino e caffé.

Prezzi e dettagli: http://www.viagginaturaecultura.it/scheda.php?id=1617

Prenotazione obbligatoria: entro Sabato 24 marzo ore 18.00 presso la segreteria FSNC Emilia-Romagna: tel. 338 3745332 o e-mail segreteria.emiliaromagna@fsnc.it .

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.