PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arte, benessere, amicizia: i percorsi (del cuore) di Piacenza

Più informazioni su

Valorizzazione del territorio, maggiore attenzione al benessere fisico e creazione di spontanei gruppi di amicizia. Con questi obiettivi torna “I percorsi del cuore“, serie di passeggiate aperte a tutti i cittadini organizzate dal Centro sportivo italiano, con la collaborazione con “Le CLub”, Liceo Artistico Cassinari, Auser, e il patrocinio del Comune di Piacenza.

Il progetto, riproposto per il terzo anno consecutivo, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato gli organizzatori Dino Groppelli e Maria Bonetti, l’assessore comunale allo sport Massimo Polledri, Piergiorgio Visentin – Presidente Csi, Valeria Poli – docente del liceo artistico Cassinari ed Enzo Cafferini – insegnante in pensione.

Si tratta di passeggiate in compagnia intervallate da visite dei luoghi più belli, virtuosi e conosciuti (e non) di Piacenza quelle che si terranno ogni giovedì a partire dal 15 marzo 2018, con ritrovo ai Giardini degli Orti Degani (ingresso da via Borghetto) alle 16.30. L’incontro inizierà con un riscaldamento muscolare iniziale accompagnato da buona musica, per poi proseguire con una camminata di due ore, comprensive di soste e ristoro rigenerante finale.

Tutte le cose che fanno bene al cuore sono lente” – afferma Polledri. “Noi camminiamo con calma per un motivo ben preciso – ha continuato l’ideatore Groppelli – perché vogliamo che queste nostre camminate uniscano il gruppo: non esistono primi e ultimi, ma si cammina tutti a pari passo, tutti devono essere vicini tra loro”.

“Visiteremo insieme i Giardini Segreti di Piacenza e i loro palazzi nobiliari, naturalmente il Pordenone, le opere d’arte racchiuse nell’Ospedale Vecchio, i resti romani, fino al Grande Fiume con successiva visita alla centrale elettrica. Insomma, luoghi suggestivi che non tutti hanno avuto l’occasione di visitare. Piacenza è piccola, ma è da valorizzare.”

L’iniziativa è aperta a tutti, naturalmente anche ai diversamente abili, e sarà a titolo completamente gratuito grazie al contributo del Csi (Centro Sportivo Italiano) che si farà carico delle spese assicurative di tutti i partecipanti.

La docente Valeria Poli ha sottolineato infine come i più giovani, suoi studenti, siano stati entusiasti di partecipare a questi percorsi negli scorsi anni: “E’ vero che il progetto suggerirebbe la presenza prevalente di una fascia d’età alta, ma noi siamo riusciti a coinvolgere anche gli studenti: è molto bello notare come riescano a catturare l’attenzione del pubblico mostrando le loro capacità. L’arricchimento è reciproco: il pubblico, più adulto e competente, insegna agli studenti, che al contempo arricchiscono l’atmosfera di armonia e vitalità.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.