Il centrodestra brinda “Alla fine del Pd” fotogallery

A spoglio ancora in corso il centrodestra a Piacenza esulta e brinda. Alle due di notte del 5 marzo, Tommaso Foti, neo parlamentare, e Giancarlo Tagliaferri (FdI) raggiungono il neo senatore Pietro Pisani nella sede della Lega per congratularsi del risultato che si sta delineando.

Si stappa una bottiglia rigorosamente di gutturnio doc e si brinda, “alla fine del Pd” dice Foti. “Avevamo detto che avremmo asfaltato la sinistra, l’abbiamo asfalta” commenta l’esponente di FdI.

In casa Lega si attende la conferma ufficiale dell’elezione al plurinominale del Senato di Elena Murelli che ha possibilità concrete di entrare in Parlamento.

GUARDA L’INTERVISTA A FOTI E PISANI

 

Vinci (LN): «Risultato impensabile, significa che abbiamo lavorato bene» – “Un dato mai visto e impensabile fino a ieri, che è andato oltre le più rosee aspettative. In Emilia, la Lega avrà 8 deputati e 6 senatori. Attendiamo la ripartizione dei resti che potrebbe portare altre piacevoli sorprese”. E’ palese la soddisfazione per i risultati delle Politiche di Gianluca Vinci, neo deputato e segretario della Lega Emilia.

“Il grande risultato ottenuto in Emilia – afferma Vinci – è la dimostrazione che abbiamo lavorato bene sul territorio con i nostri amministratori. Infatti,  abbiamo stravinto nelle province di Piacenza, Parma, Ferrara e Modena, dove governiamo. Gli elettori hanno toccato con mano la credibilità delle nostre proposte, dandoci il massimo consenso. In Parlamento faremo gli interessi di questa terra, troppo spesso dimenticata dai parlamentari del Pd”.

Zanardi: “Dagli elettori una scossa al governo del paese” – Dai risultati elettorali emergono alcuni dati significativi. Il primo è l’incontenibile voglia di un radicale cambiamento da parte dell’elettorato. Il centro destra è la coalizione più forte. I 5 Stelle il partito che singolarmente ha la percentuale più alta. E da questi dati si evince inequivocabilmente che i cittadini sentivano il bisogno di dare una scossa al governo del paese”.

Così la consigliera comunale Gloria Zanardi. “Il secondo dato – prosegue – è che ad emergere sono stati i Cinque Stelle e la Lega. I partiti moderati hanno subito un rallentamento a favore delle forze che, per il metodo e per il contenuto, si pongono con un atteggiamento più forte. I cittadini hanno voluto enfatizzare la loro necessità di stravolgere le dinamiche passate, con un segnale volto ad una rivoluzione meno dolce e più incisiva”.

“Il terzo commento lo riservo al partito che ho appoggiato in questa campagna elettorale, Forza Italia. Inutile negare che auspicavo un risultato migliore a livello nazionale, anche se il sorpasso della Lega era prevedibile e soprattutto si percepiva durante la campagna elettorale proprio in ragione dell’intenzione dell’elettorato di dare un segnale di un più estremo distacco dalle logiche precedenti”.

“Per quanto riguarda il dato piacentino di Forza Italia, la percentuale è in linea con il dato nazionale. Non può nascondersi che Forza Italia ha subito un incremento rispetto al risultato delle elezioni comunali. Questo, a mio
parere, dipende dal fatto, come ho sempre sostenuto, che sono le persone a fare la differenza: in primis, la candidatura di rappresentanti credibili e, in secondo luogo, l’appoggio di alcuni esponenti che per ovvie ragioni era venuto meno alle amministrative (ad esempio il mio)”.

“L’ultimo dato è il fallimento del PD. Un risultato addirittura inferiore rispetto alle aspettative, che già avevano preventivato un calo considerevole. Complimenti a tutti gli eletti piacentini del centrodestra, un risultato che da soddisfazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.