PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Edilizia scolastica, dalla Provincia piano da 31 milioni in tre anni

Edilizia scolastica in provincia di Piacenza, nell’arco di 3 anni sono stati messi a disposizione 31 milioni di euro.

Le opere finanziate, alcune delle quali già completate, altre in fase di progettazione, riguardano la messa in sicurezza di edifici scolastici, adeguamenti sismici, ma anche la costruzione di nuove palestre e ristrutturazioni.

A fare il punto della situazione, in Provincia, alla presenza di sindaci e dirigenti scolastici, è stato il presidente Francesco Rolleri, insieme alla dirigente regionale Francesca Bergamini.

Il compito della Provincia è stato infatti quello di raccogliere le proposte di intervento arrivate dai singoli Comuni, e definisce graduatorie sulla base di indicazioni di Stato e Regione, poi approvate da decreto ministeriale in base appunto al programma triennale nazionale di edilizia scolastica.

Gli interventi sono stati realizzati attraverso il piano triennale di edilizia scolastica, finanziato attraverso mutui Bei, il decreto anti sismica del 2017, i fondi ministeriali messi a disposizione delle Province e le risorse liberate dalla stessa amministrazione provinciale.

A questo proposito, i fondi messi a disposizione dalla Provincia ammontano a 7 milioni di euro, recuperati grazie alla vendita di alcuni immobili di proprietà, come il palazzo della Prefettura e la caserma dei carabinieri di viale Beverora.

‘La nostra priorità è mettere a disposizione edifici sicuri e belli per i nostri studenti‘ dice il presidente Francesco Rolleri.

A fare la parte del leone, in questo senso, sono i 4 milioni di euro stanziati per la realizzazione delle palestre all’interno dell’ex laboratorio Pontieri. I lavori inizieranno in luglio, assicura il presidente.

Nell’ultimo triennio gli interventi principali sono stati realizzati nei comuni di Bettola, Borgonovo, Cadeo, Castellarquato, Castelvetro, Gossolengo, Gragnano, Monticelli, Piacenza, Pontedellolio, Vernasca.

A Bettola sono state già realizzate opere di miglioramento sismico e ampliamento dell’edificio scolastiche ospita l’istituto comprensivo “Fermi” per 880 mila euro (fondi ministeriali).

Nel comune di Borgonovo partiranno invece i lavori che porteranno alla demolizione e ricostruzione della palestra dell’istituto comprensivo di Borgonovo e Ziano, per un importo di un milione e 600mila euro (interamente finanziati da fondi ministeriali).

Nel territorio di Cadeo invece si procederà alla riedificazione della scuola media Amaldi e alla ristrutturazione della scuola elementare Uttini, l’importo previsto è di 3 milioni e 500 mila euro, sostenuti quasi in toto da fondi ministeriali (3 milioni e 400 mila euro) e per i restanti 100mila dal Comune.

Si sono invece conclusi a Castelvetro gli interventi di riqualificazione energetica e ampliamento della scuola d’infanzia “Giardino di Alice”, per quasi un milione e 100mila euro. Di questi, circa 600mila sono stati finanziati da fondi ministeriali mentre la parte restante è stata messa a disposizione dal Comune.

Partirà a Castellarquato il cantiere che porterà alla realizzazione della nuova scuola Illica, il progetto vede un budget di due milioni e quasi 750mila euro, 2 milioni e 100mila dei quali saranno finanziati con fondi ministeriali, mentre la parte restante è finanziata con fondi comunali.

Per quanto riguarda Gossolengo, è previsto il completamento della scuola primaria, opera che prenderà il via nei prossimi mesi per un importo complessivo di un milione e 550 mila euro (un milione fondi ministeriali).

Tra gli interventi in partenza figura anche la nuova struttura polivalente della scuola elementare e media di Gragnano, opera del costo di un milione e 400 mila euro. Il contributo ministeriale è di un milione e 250 mila euro, la quota restante è a carico del Comune.

Costerà in tutto tre milioni e 600 mila euro la messa in sicurezza e adeguamento sismico della scuola primaria “Vida” di Monticelli d’Ongina. Qui il contributo ministeriale è di un milione di euro.

A Piacenza si sono conclusi invece i lavori di riqualificazione alla scuola d’infanzia Vaiarini, l’importo dei lavori è di 850 mila euro, 550 mila dei quali erogati attraverso fondi ministeriali.

A Pontedellolio si sono conclusi i lavori di riqualificazione, ampliamento e messa a norma della scuola secondaria di primo grado “Vaccari”, dell’importo di un milione e 380 mila euro. 

A Vernasca si sono concluse le opere di messa in sicurezza, miglioramento sismico e riqualificazione, anche energetica, dell’edificio che ospita l’istituto comprensivo del Comune. L’importo, di 650mila euro, è stato interamente sostenuto da fondi ministeriali.

Per quanto riguarda invece gli interventi nelle scuole superiori, di competenza della Provincia, figurano le già citate palestre nell’ex laboratorio Pontieri, a Fiorenzuola saranno invece realizzate nuove aule nel centro scolastico (450mila euro), per quanto riguarda il polo scolastico di Castelsangiovanni è in fase di progettazione la nuova palestra (un milione e 750 mila euro, finanziati da risorse statali).

Francesca Bergamini ha aggiornato i presenti in merito al prossimo piano triennale. I nuovi indirizzi per la definizione delle graduatorie saranno portati in Giunta, a Bologna, il prossimo lunedì.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.