Quantcast

Pallanuoto Everest, sfida al vertice contro Metanopoli

Più informazioni su

E’ il momento della verità per l’Everest Piacenza Pallanuoto che sabato alle ore 16 affronta la prima della classe in quel di Milano. La Metanopoli, squadra guidata dal tecnico Celia, ha ampiamente vinto tutte le partite sino ad ora giocate, a dimostrazione della sua schiacciante qualità e della alta probabilità di vincere questo campionato.

Nelle sue file infatti militano il portiere Ferrari, che vanta una lunga carriera nella massima serie con squadre di massimo livello quali Recco Brescia e Savona, il mancino Caliogna, noto goleador dal tiro molto ficcante vincitore di una Coppa Campioni quando era diciottenne con il Recco, ed infine il ventenne napoletano Maccioni ex capitano della nazionale vice campione del mondo Under 20, che si è trasferito a Milano abbandonando
la massima serie dove a giocato sino all’anno scorso.

Piacenza intanto si gongola la sua seconda piazza, dimostrando così di presentarsi come vera squadra rivelazione della stagione e proseguendo nella sua politica improntata sulla crescita dei giovani che già da due stagioni sta cominciando a dare i suoi frutti. Non va dimenticato comunque che i piacentini non hanno ancora affrontato due delle tre grandi favorite iniziali e che quindi questo meritatissimo posto deve avere la sua giusta valutazione. A Milano dovranno poi giocarsi la partita in vasca regolare, con tutti gli handicap che ne derivano per chi si allena ed è abituato a giocare in vasca piccola.

Abbiamo avvicinato una delle rivelazioni di questo inizio si stagione, Lorenzo Fanzini, classe 1998, per fare il punto della situazione.

Tu fai parte anche della squadra Under 20. Come va quel campionato?
Sì, sono anche nell’ under 20 ma è il mio ultimo anno di permanenza in questa categoria. Il campionato è difficile, la situazione è diversa da quella della prima squadra, ovvero si lotta per non retrocedere. Siamo una squadra molto giovane, che ha acquistato nuove forze dalle categorie minori, con atleti che ci hanno aiutato a migliorare la squadra under 20. Grazie agli insegnamenti di Fabio la squadra sta crescendo ed ogni successiva partita sarà importantissima per la nostra permanenza nella serie A. Lunedì abbiamo giocato la nostra miglior partita di questa stagione battendo meritatamente una squadra forte come il Como, avvicinandoci così alla salvezza. Un altro risultato positivo.

In serie C invece andando avanti così rischiate di arrivare dove forse non conviene perché poi c’è il problema piscina. Previsioni?
Raggiungere i risultati migliori conviene sempre, anche se ci sono problemi da affrontare. In ogni caso, qualsiasi siano i risultati, rimane comunque sempre la delusione per non essere ancora riusciti ad avere una piscina adatta ai numeri degli atleti che si dedicano quotidianamente a questo sport e alla qualità dei risultati che stiamo ottenendo in questi anni. Il problema della piscina si ripropone ciclicamente, ma noi come società e come squadre vogliamo dimostrare che ogni anno siamo sempre competitivi in ogni categoria. Per questo diamo sempre il massimo, raggiungendo i nostri obbiettivi e dimostrando quanto valiamo e quanto vogliamo la costruzione del nuovo impianto.

Per la partita contro Metanopoli i convocati sono: Bernardi, Schiavo, Mastrogiovanni, Lamoure, Martini, Bianchi, Merlo, Fanzini, Cighetti, Zanolli, Comassi, Furini, Sartori.

Arbitro dell’incontro la sig.ra Di Crosta

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.