PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finchimica di Manerbio, obiettivo Europa e Balcani: nuove registrazioni per il Pendimethalin

Più informazioni su

Finchimica, storica azienda di Manerbio impegnata nel settore della produzione di intermedi chimici e farmaci per le colture, prosegue nell’ottica dell’espansione sui mercati. Il piano strategico composto dallo stabilimento manerbiese prevede diverse tappe e diverse economie in cui introdursi: un qualcosa di possibile per via dell’apprezzamento notoriamente riconosciuto al Pendimethalin, o Pendinova.

Il suddetto erbicida a funzione selettiva ha infatti ottenuto nuove registrazioni in Italia e all’estero: una notizia più che buona per Finchimica, la società di Manerbio, che potrà così proseguire il proprio percorso di internazionalizzazione. L’obiettivo è quello di conquistare grandi fette di mercato non solo presso i nostri confini, ma in tutta Europa e anche nei Balcani.

Finchimica di Manerbio ottiene nuove registrazioni per il Pendinova – Il Pendimethalin è diventato lo strumento principe per la penetrazione dei sistemi economici esteri più accattivanti: soprattutto se si parla di paesi fondati su un’economia prettamente agricola, come ad esempio la Serbia. Questo intermedio chimico, infatti, ha già ottenuto diverse registrazioni in molti paesi europei ed extra-europei. Al momento, infatti, la Finchimica di Manerbio ha già commercializzato il Pendimethalin in Spagna, nel Regno Unito, in Irlanda, in Grecia, a Malta e in altre nazioni come Ungheria e Cipro. Fra l’altro, l’azienda di Brescia ha già trovato un importantissimo accordo con un produttore locale in Serbia: cosa che le permetterà di aggiungere un altro mercato potenzialmente decisivo alla propria collezione. Non solo estero, comunque: il Pendimethalin ha ottenuto una nuova registrazione anche in Italia, nello specifico per la protezione di una coltura fondamentale come il riso.

Pendimethalin e riso: l’importanza della registrazione italiana – Innanzitutto è il caso di chiarire cos’è il Pendimethalin e qual è la sua utilità: commercializzato dalla società chimica di Manerbio, Finchimica, sotto l’etichetta di “Pendinova”, questo erbicida attacca esclusivamente le erbe parassite che crescono intorno alle piccole colture. In sintesi, il suo scopo è abbattere anzitempo queste piante, le quali in assenza di pesticidi finirebbero per sovrastare le coltivazioni indifese. Ciò avviene attraverso un’azione che impedisce alle cellule delle erbacce di moltiplicarsi, rendendole inoffensive.

La registrazione del Pendimethalin ha una valenza doppia: al momento, infatti, sono pochissime le soluzioni chimiche capaci di intervenire in difesa di piccole colture come il riso. Ecco perché la nuova registrazione italiana gioca un ruolo fondamentale: la Penisola vanta oltre 230mila ettari di colture a riso, con un accesso che raggiunge il 60% del totale in certe regioni dello Stivale. Il fatto che il Pendinova sia stato autorizzato anche per il trattamento di questi terreni coltivi, quindi, regala un vantaggio non da poco all’intera economia del nostro Paese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.