“Investiamo sull’estate culturale” La proposta di 4 consiglieri Lega

“Come dimostra l’esperienza di Capitale della Cultura 2020, i risultati raggiunti dal sindaco Barbieri e dall’Assessore Polledri, hanno fatto capire come la cultura non sia uno strumento legato solo al benessere o al turismo, ma che è collegato allo sviluppo economico della nostra città. Come dice anche Paolo Verri, “un euro investito in cultura ha una resa di sei euro”.

Lo affermano in una nota i consiglieri Lega al Comune di Piacenza, Carlo Segalini, Lorella Cappucciati, Nelio Pavesi e Montanari.

L’industria culturale in Emilia Romagna vede impiegati 270mila persone con centinaia di imprese. Dobbiamo poi aggiungere a queste le numerose associazioni che purtroppo non hanno visto possibile ad oggi il ripristino di contributi comunali a causa del difficile bilancio.

Nonostante ciò, l’amministrazione in questi primi otto mesi di governo sta attuando iniziative di carattere culturale, come ad esempio Napoleone Wargame, quasi a costo zero. Ora, però, è tempo di programmazione. È tempo di investimenti.

Come primo punto di partenza crediamo sia necessario un adeguato investimento su una “Estate culturale” che possa coinvolgere anche le tante associazioni sia culturali che di produzione artistica piacentina, che in questi mesi abbiamo incontrato insieme all’Assessore Polledri.

Un investimento per la crescita della nostra città, volto anche a non disperdere tutto ciò che di buono è stato fatto fino ad oggi in questo campo che, in Italia, rappresenta il 6% della ricchezza prodotta nel nostro Paese (pari a 89,9 miliardi di euro) con un effetto moltiplicatore sul resto dell’economia pari a 1,8. Come già detto significa che per ogni euro prodotto dal sistema, se ne attivano 1,8 in altri settori.

Una proporzione che, portata a Piacenza, potrebbe scaturire un investimento lungimirante per tutti noi.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.