PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piacenza cede a Civitanova solo al tie break (2-3)

Più informazioni su

I tentativi della Wixo LPR di portare i Campioni d’Italia a Gara 3 dei Quarti Play Off Scudetto UnipolSai sfumano sul 13-15 del tie break di Gara 2.

Quella che scende in campo al PalaBanca è una Piacenza ben diversa da quella vista in Gara 1: Fei e compagni calcano il rettangolo di gioco con i paraocchi senza lasciare spazio ai cucinieri: il primo set, chiuso 25-16, è dominato da Yosifov, Clévenot e Fei che chiuderanno, rispettivamente, con il 75%, 71% e 67% in attacco. La battuta pungente degli uomini di coach Giuliani deve però lasciare il passo a Sokolov, Juantorena e Kovar nella seconda frazione. Civitanova chiude la porta in faccia ai padroni di casa nel secondo e terzo parziale: Fei e compagni possono poco di fronte ad un attacco all’81% e ad una battuta che crea complicazioni nella seconda linea della Wixo LPR.

Un Christenson (MVP a fine match) minuzioso e preciso, veste i panni del cecchino e non lascia scampo ai padroni di casa che nel secondo e terzo set lasciano il campo con un risultato fotocopia: 11-25. Piacenza però non si fa intimidire e si chiude a riccio combattendo a denti stretti le battute di Stankovic e Christenson nel quarto parziale: con un set giocato in prevalenza sul punto a punto, la Lube tenta la fuga sul 18-20, Piacenza questa volta non lo permette. Il turno in battuta di Marshall rivoluziona l’andamento della gara: l’italo cubano serve a regola d’arte permettendo a Clévenot e ad Alletti di mettere pressione ai cucinieri e di trascinarli al tie break (25-22).

Ultima frazione accesissima fin dai primi scambi: i Campioni d’Italia partono forte (2-5) anche grazie agli ace di Sokolov (5-11); Yosifov e Clévenot si rimboccano le maniche facendo esplodere in un boato il PalaBanca sul 10-12, gli errori in battuta di Christenson e in attacco di Juantorena (13-14) non sono però sufficienti per concedere la vittoria alla Wixo LPR: Yosifov in battuta forza troppo e manda in rete sul 13-15.

Ora Piacenza, eliminata dai Play Off Scudetto, incontrerà la Gi Group Monza nei Quarti Play Off Challenge; Civitanova, contrariamente, con la vittoria al tie break strappa il biglietto per le Semifinali Play Off Scudetto UnipolSai: l’avversaria da battere sarà l’Azimut Modena vincente 3-1 in casa di Milano.

 

Alberto Giuliani (allenatore Wixo LPR Piacenza): “Tra noi e Civitanova, la Lube è la squadra più forte ed alla fine ha vinto quella con più potenziale. Abbiamo vissuto una stagione molto bella, a parte le sfide con Padova non possiamo rimpiangere quanto messo in campo. Non nascondo che ci sarebbe piaciuto arrivare a Gara 3. Ora dovremo parlare con la Società per capire quali sono i suoi piani: se la Challenge Cup è un obiettivo importante per il futuro della Società chiederemo ai titolari di stringere ancora un po’ i denti, altrimenti passeremo a vedere chi della panchina avrà la possibilità di guadagnarsi il palcoscenico anche il previsione del prossimo anno”.

Giampaolo Medei (allenatore Cucine Lube Civitanova): “E’ stata una partita dura, ci aspettavamo questa lotta, questi Play Off sono giocati nel segno dell’equilibrio. Nel primo set abbiamo pagato la trasferta infrasettimanale in Polonia, il secondo e terzo set sono filati sul velluto, nel quarto abbiamo il rammarico di aver regalato troppo a Piacenza. Non si possono fare regali agli avversari. Nel tie break siamo stati più cinici”.

Wixo LPR Piacenza – Cucine Lube Civitanova 2-3 (25-16, 11-25, 11-25, 25-22, 13-15)

Wixo LPR Piacenza: Baranowicz 2, Clevenot 16, Yosifov 10, Fei 7, Marshall 14, Alletti 7, Kody 1, Giuliani (L), Manià (L), Parodi 1, Di Martino 1, Hershko 0, Cottarelli 0. N.E. All. Giuliani.

Cucine Lube Civitanova: Christenson 7, Juantorena 22, Stankovic 7, Sokolov 30, Kovar 9, Candellaro 4, Cester 0, Grebennikov (L), Marchisio 0. N.E. Zhukouski, Casadei, Milan, Sander. All. Medei. ARBITRI: Saltalippi, Simbari.

NOTE – durata set: 21′, 22′, 20′, 27′, 19′; tot: 109′.

MVP Christenson

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.