PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Pro cade al Garilli contro l’Arezzo (1-2) Burzoni attacca Pea COMMENTO

Più informazioni su

Il Pro Piacenza cade al Garilli davanti all’Arezzo che torna alla vittoria e centra tre punti importanti in chiave salvezza. Una gara certamente non brillante quella dei rossoneri, in evidenza solo per parte del primo tempo.

Prima frazione decisamente vivace. Partono meglio i rossoneri, senza però creare grossi pericoli, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio: Cutolo al 26′ si guadagna un rigore e dal dischetto non sbaglia. Passano nemmeno tre minuti e il Pro pareggia con Musetti, che insacca sulla respinta di Perisan dopo una conclusione di Ricci. Il finale di tempo regala ancora due occasioni al Pro non concretizzate, prima con Alessandro che non riesce a girare verso la porta l’assist di Musetti, e poi con Ricci che in contropiede trova la risposta dell’estremo difensore toscano.

Al rientro in campo si vede solo l’Arezzo, che nel primo quarto d’ora con Lulli e Campagna chiama Gori a due ottimi interventi. E’ il preludio al gol che arriva allo scoccare dell’ora di gioco su azione da calcio d’angolo: dopo un batti e ribatti la palla arriva dalle parti di Semprini, appena entrato, che batte il numero uno rossonero e sigla quello che sarà il gol partita. Nell’ultima fase del match girandola di cambi da una parte e dall’altra, ma sui taccuini dei cronisti rimarrà ben poco. Il Pro Piacenza tornerà in campo il 3 aprile nel match casalingo contro il Siena.

BURZONI CONTRO PEA: “CALCISTICAMENTE E’ UN DISONESTO” – Durissime le dichiarazioni del presidente rossonero Burzoni al termine della gara, nel mirino il tecnico Fulvio Pea. “Calcisticamente parlando è un disonesto, dopo la gara di Monza abbiamo parlato di come avremmo dovuto giocare, ma dice una cosa e ne fa un’altra. Se vuole dimettersi, che si dimetta”.

Sorpreso il tecnico dalle dichiarazioni del patron: “Lui come presidente e può dire e pensare quello che vuole, io lo rispetto. Oggi per noi era la quarta partita in dieci giorni e l’abbiamo pagata dal punto di vista psicofisico, da allenatore devo valutare tutte le situazioni, poi posso anche sbagliare. Con Burzoni non ho parlato di formazione, ho deciso stamattina, condividevo i suoi pensieri ma stiamo vivendo una situazione non logica con sette partite in tre settimane, è normale fare variazioni e cambiamenti tenendo in considerazione anche gli avversari. Ho sempre fatto tutto alla luce del sole e continuerò a farlo fino a quando mi verrà permesso”.

PEA IN SALA STAMPA – VIDEO

IL PEGGIOR PRO DELLA STAGIONE – Il COMMENTO di Luigi Carini Non tragga in inganno la classifica dell’Arezzo, penalizzato di 9 punti e con tre partite da recuperare. Se la società è stata dichiarata fallita in tribunale, sul campo appare tutt’altro che in disarmo. Il Pro Piacenza, invece, dopo la strepitosa vittoria sul Livorno, sembra abbia esaurito le pile sia quelle nervose che quelle fisiche.

La differente condizione atletica tra le due squadre è francamente imbarazzante. Così è l’Arezzo a fare la partita ed a vincerla meritatamente. Quello di oggi è stato uno dei peggiori Pro della stagione: una squadra svogliata e priva di idee incapace di produrre un gioco plausibile e di valenza tecnico – tattica, con giocatori imprecisi ed autori di errori ingiustificabili. Si ha l’impressione che la squadra abbia perso l’anima e l’organizzazione di gioco. Pur avendo un discreto vantaggio sulle pericolanti, il Pro Piacenza non ha ancora raggiunto la quota salvezza ed il calendario non gli è certo favorevole. Martedì con il Siena occorre assolutamente fare punti prima che subentri il panico.

Infine un’ultima considerazione. Concedendo la possibilità dei 5 cambi, con frequenti interruzioni di gioco ed evidenti perdite di tempo quando questo viene interrotto, di calcio giocato se n’è visto davvero poco. Crediamo che nei secondi 45’ il gioco effettivo sia stato meno della metà. Concedere alla fine solo 4’ di recupero ci sembra quasi una presa in giro, lo diciamo non per giustificare il risultato ma per rispetto dovuo al pubblico pagante che ha diritto di vedere una partita intera e non un solo spezzone ridotto. E’ l’unico appunto che ci sentiamo di muovere all’arbitro che, per il resto, ha diretto bene.

Pro Piacenza-Arezzo 1-2

Pro Piacenza: Gori, Cavagna, Paramatti, Aspas (28’st Starita), Alessandro, Barba (18’st La Vigna), Ricci (28’st Belfasti), Musetti, Abate (37’st Mastroianni), Battistini, Belotti. All. Sig. Pea. (A disp. Bertozzi, Di Maio, Calandra, Frick, Gerevini, Messina).

Arezzo: Perisan, Sabatino, Varga, Lulli (9’st Cellini), Foglia (37’st Cenetti), Cutolo (37’st Benucci), Muscat (9’st Semprini), Luciani, De Feudis, Della Giovanna, Campagna (25’st Regolanti). All. Sig. Pavanel. (A disp. Ferrari, Talarico, Mazzarani, Ferrario, Di Nardo, Criscuolo, Belvisi).

Arbitro: Sig. Andrea Capone di Palermo (Spensieri-Zampese).
Reti: 26’pt Cutolo (rig.), 29’pt Musetti
Ammoniti: 18’st Cellini, 27’st Battistini
Angoli: 4-5
Recupero: 1-4

LA CRONACA

94′ – Triplice fischio, Pro Piacenza cade al Garilli contro l’Arezzo

90′ – Quattro minuti di recupero

85′ – Cambio Pro: dentro Mastroianni per Abate

82′ – Nell’Arezzo entrano Benucci e Cenetti per Foglia e Cutolo

75′ – Doppio cambio per Pea: dentro Starita e Belfasti, fuori Aspas e Ricci

69′ – Cambio Arezzo: Regolanti sostituisce Campagna. Pro che non riesce ad essere pericoloso

63′ – Primo cambio per Pea che manda in campo La Vigna al posto di Barba

60′ – RADDOPPIA L’AREZZO – Vantaggio dei toscani con il neo entrato Semprini che insacca in scivolata dopo un batti e ribatti in area a seguito di un calcio d’angolo

59′ – Preme l’Arezzo, girata di Campagna e grande intervento di Gori

55′ – Doppio cambio Arezzo: escono Muscat e Cutolo,  sostituiti da Semprini e Cellini

50′ – Ancora Arezzo con una azione personale di Cutolo, Gori attento

47′ – Subito Arezzo pericoloso: conclusione di Lulli, Gori in angolo

SECONDO TEMPO – Via alla ripresa, nessun cambio

46′ – Finisce un vivace primo tempo: Pro Piacenza – Arezzo 1-1, toscani avanti con Cutulo su rigore, pareggio immediato di Musetti per i rossoneri

43′ – Torna a farsi vedere l’Arezzo, bella azione di Cutolo che calcia fuori

40′ – Ancora il Pro vicino al raddoppio: Ricci va alla conclusione dopo un contropiede, risponde Perisan deviando in corner

38′ – Occasione Pro Piacenza: bella giocata di Musetti per Alessandro che in area non riesce a girare verso la porta

29′ – PAREGGIO DEL PRO PIACENZA – Immediata la replica dei rossoneri con Musetti che ribadisce in rete la conclusione di Ricci respinta dal portiere

26′ – AREZZO IN VANTAGGIO: Rigore per i toscani assegnato per una trattenuta di Battistini su Cutolo, lo stesso Cutolo dal dischetto non sbaglia

24′ – Prova a crescere l’Arezzo, ma finora produce solo una conclusione senza pretese di Cutolo

14′ – Alessandro servito da Musetti calcia verso la porta, conclusione altissima

10′ – Ci prova Abate con una conclusione dal limite, palla di poco a lato

6′ – Prima conclusione del Pro: Cavagna servito da Musetti spara alto

1′ – Fischio d’inizio, via alla gara

 

Foto propiacenza.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.