Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

Le politiche in un mondo in movimento, incontri con giornalisti e accademici

“Le politiche in un mondo in movimento”, al via dal 9 marzo la quinta edizione del percorso di Mondialità Consapevole “Quasi alla fine del mondo”, che si terrà nelle aule dell’Università Cattolica di Piacenza e al Centro “Il Samaritano” di Via Giordani.

Tra i relatori di quest’anno Domenico Quirico, Gianfranco Pasquino, Raffaele Masto, Francesco Boggio Ferraris e Bruno Cartosio.

La nota stampa – “L’apoliticità non esiste. Tutto è politica”. Questo aforisma di Thomas Mann ben sintetizza il periodo in cui stiamo vivendo, in cui la polarizzazione degli schieramenti sembra inevitabile, fino a toccarsi agli estremi talvolta.

Un mondo complesso, in cui molti elementi contribuiscono alla confusione: dalle tanto famigerate fake news, che vogliono indirizzare verso questa o quella parte, alle promesse fatte in campagna elettorale, talvolta con stravolgimenti di linea politica degni del miglior trasformista. Da considerare anche latitudini e longitudini del nostro pianeta: ci sono sistemi di governo anche molto diversi a seconda dal Paese in cui ci si trova, nonchè di elezione dei propri rappresentanti.

Il Laboratorio Mondialità Consapevole dell’Università Cattolica di Piacenza cercherà, dal 9 marzo, di dare un contributo per una migliore interpretazione dei fenomeni che stiamo vivendo, evidenziando le tendenze evolutive nei vari continenti.

“Le politiche in un mondo in movimento” è il titolo prescelto per questa quinta edizione, che si avvarrà della presenza di esperti giornalisti e accademici che hanno avuto modo di toccare con mano politiche disparate in un mondo che gira sempre più vorticosamente.

Cinque i relatori principali: Domenico Quirico, Bruno Cartosio sull’America, Gianfranco Pasquino sull’Europa, Raffaele Masto sull’Africa e Francesco Boggio Ferraris sull’Asia. Altrettante le serate dedicate alle testimonianze dirette, come ormai consuetudine nel format: con l’aiuto di giovani testimoni piacentini si cercherà di comprendere la realtà, immaginando strumenti di azione singola e collettiva.

L’Università Cattolica sarà sede degli incontri con i relatori, mentre “Il Samaritano”, Centro di Via Giordani 21 ospiterà le testimonianze.  Il percorso è realizzato grazie a SVEP -Centro Servizi per il Volontariato, Università Cattolica di Piacenza, Caritas Diocesana, Associazione Piccolo Mondo.

La quota di iscrizione per i 10 incontri è di 30 euro ma è gratuita per gli studenti. Per motivi organizzativi è richiesta l’iscrizione, che potrà essere effettuata online, alla pagina http://apps.unicatt.it/formazione_permanente/piacenza.asp entro e non oltre l’8 marzo 2018.

Per altre informazioni ed il modulo di iscrizione contattare: Formazione Permanente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore formazione.permanente-pc@unicatt.it 0523/599194.

L’iniziativa rappresenta una opportunità per approfondire le tematiche della mondialità a partire dall’evoluzione delle politiche nazionali ed internazionali, con la sottolineatura della parola “consapevole” per cercare insieme di comprendere le complessità che le relazioni globali oggi presentano e le ricadute anche a livello locale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.