PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Rotary

Il Rotary Fiorenzuola celebra la Giornata internazionale dell’acqua foto

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

IL BLOG

 

Rotary Fiorenzuola d’Arda ha celebrato la Giornata internazionale dell’acqua

Il 22 marzo di ogni anno si ricorda la Giornata internazionale dell’acqua istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) nel 1992 prevista all’interno delle Direttive dell’Agenda 21, come risultato della Conferenza di Rio.

Anche il Rotary Fiorenzuola la settimana scorsa, in occasione della 2° conviviale di marzo in ottemperanza su quanto indicato del Rotary Internazional per il tema del mese” L’acqua e le norme igienico sanitarie”, ha discusso dell’importante argomento, ma approfondento le pesanti problematiche sempre all’ordine del giorno dei paesi del terzo mondo, Africa in particolare, sotto l’aspetto della forte crisi idrica e la sopravvivenza delle relative popolazioni in Uganda e Congo.

Hanno condotto l’interessante serata il prof. Giuseppe Bertoni, già Direttore dell’Istituto di Zootecnica della Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sede di Piacenza e il dott. Carlo Ruspantini, direttore di Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo di Piacenza. Erano presenti il Governatore del Distretto Rotary 2050 (ospite molto gradito), il segretario esecutivo Stefano Pavesi e l’assistente del Governatore del gruppo Rotary piacentino, Nereo Trabacchi.

Bertoni ha detto che da circa 30 anni si reca (anche per conto della Fondazione Invernizzi di Milano) nei citati paesi africani e anche in alcuni dell’India per delle missioni in aiuto alle popolazioni che vivono in estrema povertà e con forte carenza di disponibilità d’acqua e quindi senza mezzi sufficienti per sfamare la gente. In questi anni comunque qualche significativo (seppur modesto) miglioramento è stato evidenziato. Continuano però a persistere,oltre la guerra fratricida, anche poca acqua, suoli poveri, assenza di impianti di produzione di energia elettrica, strutture per l’istruzione, scarsità di tecnologie e mancanza di organizzazione (anche sotto forma di cooperative) e servizi (come ricerca e assistenza).

Altro fatto molto importante è il problema igienico sanitario in questi paesi in via di sviluppo (PVS). Infatti le patologie legate al consumo e all’utilizzo di acqua contaminata contribuiscono in modo significativo alla malnutrizione impedendo il corretto assorbimento dei nutrienti ingeriti (diarree), già di per sè spesso poco appropriati nei PVS. Quindi grande necessità di acqua potabile attraverso la costruzione di pozzi.

Ruspantini a sua volta ha ripercorso il grande lavoro fatto da don Vittorione da quando ha fondato la missione in Uganda nella regione di Karamoja e ha illustrato la preziosa attività che qui viene svolta con una grande azione umanitaria attraverso uno spiccato spirito di volontariato. La spiegazione è stata fatta con la proiezione di due bellissimi video e ha ricordato l’inaugurazione del millesimo pozzo alla presenza di Papa Francesco nel corso della visita in Uganda di qualche anno fa. Infine Ruspantini ha fatto presente che ora necessitano anche dei gruppi elettrogeni negli ospedali e nelle scuole di questa martoriata regione popolata da circa un milione di persone.

Al termine delle due relazioni è seguito un interessante dibattito cui ha preso parte in primis anche il Governatore Lorenza Dordoni. In conclusione è stato ricordato anche il service pluriennale messo in atto dal Rotary Fiorenzuola in collaborazione con la Pubblica Assistenza di Fiorenzuola e Africa Mission per l’invio di un’ambulanza partita nell’agosto scorso e arrivata non da molto tempo proprio nella regione di Karamoja Uganda.

Rinaldo Onesti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.