PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Segretario” del sindaco, arrivate oltre 100 candidature

“Segretario” del sindaco di Piacenza, sono arrivate oltre 100 candidature. Si può dire che sia stata un successo la procedura di selezione per un collaboratore dello staff di Patrizia Barbieri.

La figura richiesta, così come viene delineata nel bando pubblicato un mese fa nell’albo pretorio, è di una sorta di “segretario” che affianchi la prima cittadina.

“La figura professionale ricercata – si legge nella delibera -, la cui scelta è di carattere fiduciario, coadiuva il Sindaco nella cura dei rapporti con i gruppi consiliari e gli enti locali del territorio, lo supporta nei processi partecipativi con la cittadinanza e le istituzioni locali, enti e organizzazioni, svolge attività di assistenza e segreteria nei rapporti tra vertice politico ed amministrativo, provveda alla cura dell’agenda e degli appuntamenti del Sindaco”.

I requisiti richiesti erano, sempre a leggere la delibera, abbastanza generici: il titolo di studio richiesto è il diploma di maturità e non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso, e poter prestare servizio presso la pubblica amministrazione.

Il contratto avrà la stessa durata dell’attuale amministrazione, e l’incaricato avrà un inquadramento contrattuale pari a quello di impiegati pubblici di categoria C1 (diplomati).

Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 27 marzo 2018. Nelle prossime settimane si porterà a termine la valutazione dei curricola pervenuti, in tempo per la messa a regime della nuova riorganizzazione del personale di Palazzo Mercanti annunciata da Barbieri nei giorni scorsi.

“La valutazione dei curriculum e la scelta del candidato con il quale stipulare il contratto – si legge sempre nella delibera – verranno effettuate direttamente dal Sindaco “intuitu personae”, in considerazione della fiduciarietà del rapporto da instaurare, con riferimento allo spessore culturale e formativo e delle esperienze lavorative dei candidati. E’ fatta salva la possibilità del Sindaco di convocare tutti o alcuni dei candidati per un eventuale colloquio individuale. La valutazione è intesa esclusivamente ad individuare l’eventuale soggetto con il quale stipulare il contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, non ha natura concorsuale e non dà luogo alla formazione di alcuna graduatoria di merito comparativo. Il Sindaco si riserva la facoltà di non individuare alcun candidato qualora nessuna delle domande presenti gli elementi di fiduciarietà e professionali richiesti per il ruolo da ricoprire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.