Tutela agroalimentare, patto a tre con Confapi, Arma e Cattolica

Si intitola “Tutela della salute nel settore agroalimentare: incontro con il nucleo anti sofisticazione e sanità dei carabinieri” il convegno in programma martedì 20 marzo alle 10 e 30 nella Sala Piana dell’Università Cattolica di Piacenza.

L’incontro è organizzato da Confapi Industria Piacenza con il patrocinio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e si avvale della collaborazione con il Nucleo Anti Sofisticazione e Sanità dei Carabinieri: l’obiettivo dell’iniziativa, che si rivolge in particolare a tutte le aziende agroalimentari del territorio, è di mettere sotto i riflettori le principali attività che i Nas svolgono a tutela della salute nel settore agroalimentare.

Diversi sono gli interventi in programma: ad aprire la mattinata saranno i saluti istituzionali da parte del comandante provinciale dei carabinieri di Piacenza colonnello Corrado Scattaretico e del presidente di Confapi Industria Piacenza Cristian Camisa.

Successivamente il convegno entrerà nel vivo con la tavola rotonda che vedrà confrontarsi sia un rappresentante del Nas sia due docenti universitari. A intervenire infatti saranno il comandante del Nas di Parma maggiore Gianfranco Di Sario, il professor Marco Trevisan che è anche preside della facoltà di Scienze Agrarie e che parlerà di sicurezza chimica e il professor Pier Sandro Cocconcelli, professore di Scienze Agrarie che interverrà sul tema della sicurezza alimentare.

«Come Confapi Industria Piacenza siamo soddisfatti di organizzare un convegno su una tematica di grande attualità – ha dichiarato il presidente Camisa – e soprattutto di farlo con le forze dell’ordine e due esperti che potranno chiarire cosa significhi la sicurezza nel settore agroalimentare e quali siano le problematiche che portano a “sanzioni” in cui più spesso incorrono le aziende».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.