“Wixo Lpr al via del prossimo campionato? Probabile come il passaggio del turno con Civitanova”

“Probabilità per Piacenza di presentarsi anche la prossima stagione ai nastri di partenza del campionato? Pari a quelle del passaggio del turno con Civitanova”.

Roberto Pighi e Paolo Garetti

E’ un futuro fatto ancora di parecchie nubi quello che attende la Wixo Lpr, almeno stando alle parole del presidente onorario della società Roberto Pighi, intervenuto venerdì mattina a margine di un evento dello sponsor Wixo all’Università Cattolica. Era stato lo stesso Pighi un mese fa, lo ricordiamo, a lanciare dal terreno di gioco del Palabanca prima della partita contro Sora un appello alla città per non disperdere il patrimonio del volley. Da allora, grazie all’intervento dell’amministrazione comunale, qualcosa sembra essersi mosso, ma ancora non in modo decisivo.

Si parla di contatti con sponsor importanti, ancora nessun riscontro invece per l’ingresso di nuovi soci: “Abbiamo trovato sintonia con il presidente Pighi e unità di intenti – spiega l’assessore allo sport Paolo Garetti, a sua volta presente in Cattolica -. Siamo in trincea per preservare un’eccellenza che Piacenza deve mantenere. Io vedo il bicchiere mezzo pieno, dire però che si può bere è un’altra cosa”. “Quando si parla di sponsor – ha aggiunto – parliamo di realtà di un certo peso, anche con attori di levatura internazionale; sul fronte dei soci ammetto che stiamo facendo fatica, non abbiamo avuto quelle risposte che ci saremmo aspettati”.

Quindi le parole di Pighi: “Lotterò fino all’ultimo minuto, abbiamo ancora tempo anche se immagino che i giocatori vogliano risposte prima per programmare il loro futuro. Ho trovato molta disponibilità da parte del Comune, sono invece estremamente deluso dai cosiddetti “uomini fortunati” della nostra città e provincia: si è quindi puntato su ciò che, se ben strutturato e consolidato, possa permettere di lavorare con pianificazione. Poi mi prenderò io qualche responsabilità in più: siamo al corrente dei valori che pagano sponsor come Calzedonia a Verona, Conad a Perugia e Itas a Trento, noi al momento siamo lontani da quello che serve anche solo per dimezzare il budget e per questo stiamo lavorando con due gruppi per poterci garantire quel primo pezzo di costi certi”.

“Se i soci non ci sono – la conclusione – devo per forza trovare una seconda soluzione, che è quella di avere dal Comune garanzie scritte sul fatto che “mister x” sia disponibile per una cifra certa; dopo mi prenderò due giorni di riflessione per decidere sulla base di quanto il Comune sarà riuscito a far impegnare quei gruppi di cui non abbiamo detto, ma di cui sappiamo”. L’attesa sul futuro del volley a Piacenza continua.

Nel video a cura dell’ufficio stampa di Wixo Lpr le parole di Garetti e Pighi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.