PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

E’ del Piace il derby del Gotico, decidono Corazza e Segre (2-0) COMMENTO – VIDEO fotogallery

E’ del Piacenza il derby del Gotico, i biancorossi s’impongono sul Pro con le reti di Corazza e Segre entrambe nella ripresa. I rossoneri hanno provato a reagire ma la squadra di Franzini ha meritato il successo.

Il Piacenza consolida il proprio ottavo posto salendo in classifica a quota 48 punti. Ancora una sconfitta per il Pro Piacenza, che non riesce a schiodarsi da quota 35 nel giorno del debutto in panchina di Maccoppi.

La Redazione del “Civico 11” inviata speciale allo stadio Garilli in occasione del derby tra Piacenza e Pro.

Il tutto in tempo reale grazie ai post sulla pagina di Facebook Redazione del Civico 11 (mettete il vostro Mi Piace), che trovate integrata anche sulla pagina di PiacenzaSera.it

 

PIACE, SUCCESSO MERITATO. AL PRO L’ONORE DELLE ARMI – IL COMMENTO di Luigi Carini – Davanti ad un pubblico da record stagionale, circa 4mila spettatori, il Piacenza si aggiudica il derby del Gotico con merito. Il Pro perde con l’onore delle armi: i biancorossi di Franzini stanno meglio fisicamente e psicologicamente, venendo da 4 risultati utili consecutivi; inoltre godono di una superiorità tecnica, che non
permette un dominio della partita ma di avere dalla propria parte i momenti più importanti.

I rossoneri (oggi in bianco) del presidente Burzoni soffrono un periodo di grande difficoltà. Se ad inizio marzo la pratica salvezza sembrava già risolta, oggi, dopo sei sconfitte consecutive, ritorna tutta in discussione con lo spettro play out che avanza minaccioso. La squadra mette volontà ed impegno, ma si vede che è ferita, sfiduciata, poco convinta. In queste condizioni i suoi limiti tecnici vengono crudelmente a galla.

La nuova guida tecnica, il tandem degli ex biancorossi Maccoppi e Lucci, non può fare miracoli e rimediare in una sola settimana a limiti e lacune che hanno radici profonde e lontane nel tempo. Tatticamente hanno messo un po’ d’ordine, giocando un 4-4-2 abbastanza manovriero e pulito ma con il grave limite di non trovare sbocchi nell’area avversaria. Maccoppi e Lucci dovranno lavorare molto sulla testa e sulla psicologia dei loro ragazzi che, recuperando Aspas e Mastroianni, potrebbero trovare la linfa giusta per un felice finale di campionato.

Con la vittoria, invece, il Piacenza si assicura l’ottavo posto, anche se ora ad attenderla ci sono due partite di grande difficoltà, risultando di fatto l’arbitro della promozione in serie B tra Siena e Livorno. L’aspetto più confortante del derby è stata la crescita della squadra, che dopo un avvio piuttosto timoroso è salita in un crescendo rossiniano dimostrando di voler vincere la partita forzando i tempi e le giocate.

Il Piacenza è squadra in salute e questa volta non ha corso eccessivi rischi difensivi; segnali di crescita ed anche di scarsa incisività dell’avversario. Insomma, la vittoria nel derby è stata convincente e suggerisce un cauto, ma concreto, ottimismo per il futuro.

La partita è stata piuttosto sonnacchiosa e priva di emozioni nel primo tempo, per poi accendersi nella ripresa onorando le attese.

LA SINTESI (Da Sportube.tv)

PiacenzaPro Piacenza: 2-0

Piacenza: Fumagalli, Di Cecco, Silva, Pesenti (46’st Franchi), Corazza (39’st Romero), Bini, Corradi, Della Latta, Di Molfetta (23’st Mora), Castellana, Segre. All. Sig. Franzini. (A disp. Basile, Lanzano, Furlotti, Zecca).

Pro Piacenza: Gori, Calandra (37’st Messina), Belfasti, Cavagna (37’st Paramatti), Alessandro, La Vigna, Barba, Musetti, Abate (22’st Frick), Battistini, Belotti. All. Sig. Maccoppi. (A disp. Bertozzi, Di Maio, Soresina, Starita, Cornaggia).

Arbitro: Sig. Ivan Robi lotta di Sala Consilina (Zanardi-Magri).

Reti: 15’st Corazza, 35’st Segre

Ammoniti: 40’st Di Cecco
Angoli: 4-4
Recupero: 1-3

Piacenza esulta

LA CRONACA

Finito il match

Tre minuti di recupero al Garilli

All’86’ il primo ammonito del derby è Di Cecco, punito il suo intervento in ritardo su Frick

Raddoppio del Piace con Segre all’80’ che insacca di contro balzo dopo una respinta di Gori sul diagonale di Mora

La reazione del Pro Piacenza dopo lo svantaggio si è esaurita, ora la partita pare in pugno ai biancorossi

Al 71′ bolide di Mora che accarezza l’esterno della rete

Un cambio per parte al 67′ del match, per il Piacenza esce Di Molfetta, entra Mora; per il Pro esce Abate, entra Frick

Riparte il match e il Pro Piacenza trova subito con Barba al 62′ l’occasione per ripristinare l’equilibrio nel punteggio

Al 60′ passano i biancorossi con Corazza: Della Latta centra rasoterra da destra a beneficio dell’ex Novara che, tutto solo all’altezza del secondo palo, deposita facilmente in rete

Ancora il Pro Piacenza vicino al gol con Calandra che al 58′ colpisce di esterno destro in corsa: Fumagalli corregge la traiettoria oltre la traversa

Ora la partita è più bella e aperta

Al 57′ rasoterra sul primo palo di Alessandro da posizione ravvicinata, si salva coi piedi Fumagalli

Al 49′ prima occasione del match con Corazza che corregge un cross di Pesenti in scivolata. Provvidenziale l’intervento di Gori, che si oppone in tuffo

Parte forte il Pro con due incursioni di Alessandro e Musetti, ma fa buona guardia la difesa biancorossa

Riprese le ostilità, squadre senza cambi.

Finito il primo tempo al Garilli, sullo 0 a 0

Tiro di Corradi al 44′. Attento e sicuro Gori, che blocca la sfera

Al 42′ Calandra prolunga di testa il cross dalla bandierina di Di Molfetta anticipando Silva

Al 40′ contropiede del Pro Piacenza ma sciupa tutto La Vigna, che difetta nel controllo favorendo l’intercetto di Bini

Al 29′ gol annullato a Corradi. Segre, in posizione irregolare, disturba l’intervento di Gori sull’incornata di Pesenti diretta nell’angolo alla sua destra. Inutile il successivo tap-in del centrocampista. Il gioco era fermo

Ancora abbastanza bloccata la gara senza grandi sussulti al 25′

Al 22′ uscita coraggiosa di Gori, che viene disturbato da Pesenti. Fallo per il Pro

Portieri ancora non impegnati al quarto d’ora, il gioco è più nelle mani del Pro Piacenza, che ha approcciato bene la gara

11′ Svetta Belotti, la sfera si impenna e Bini la accomoda in favore di Fumagalli. Nulla di fatto sugli sviluppi del secondo corner del match

10′ Della Latte chiude in tackle su Musetti. Primo tiro dalla bandierina anche per il Pro Piacenza

9′ Tentativo di imbucata di Abate per Musetti. Legge bene la giocata Fumagalli, che neutralizza la sfera in uscita

6′ Cross di Segre dal settore sinistro, ma Gori esce e fa sua la sfera

Via al match al Garilli.

E’ il settimo derby nella storia delle due società. In leggero vantaggio il Piacenza, che ha vinto due volte contro il solo successo del Pro, con tre pareggi a completare lo score.

Pesenti chiede la mano alla fidanzata. Prima del derby il centravanti biancorosso Pesenti, ha “chiesto la mano” alla sua compagna, Micol, servendosi dell’aiuto di ragazzi che, posti uno accanto all’altro sul perimetro di gioco, hanno indossato maglie che hanno composto la scritta: “Micol mi vuoi sposare?”. Subito dopo il centravanti ha raggiunto la tribuna per consegnare l’anello alla partner.

Al Garilli in scena una stracittadina che significa tanto in chiave classifica per le due squadre. Il Piacenza, che all’appuntamento si presenta con 45 punti all’attivo, può blindare un piazzamento nei play-off con una vittoria. Deve invece sottrarsi dal pericolo dei play-out il Pro Piacenza, fermo a quota 35 da quattro settimane.

LA DIRETTA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.