PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amministratori e studenti per la passeggiata della “memoria” foto

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del comune di Cadeo (Piacenza) sulle iniziative per celebrare il 25 aprile.

La nota stampa – “Ragazzi, siate tutti partigiani! Abituatevi a combattere le vostre battaglie fin da ora, a resistere alle prove fin da oggi. Piuttosto sbagliate per eccesso di passione ma non riempite le file di chi subisce passivamente o sta a guardare, come i ragazzini che stanno a filmare il compagno bullizzato o a ridere del compagno che insulta l’insegnante. Questa società non vi regalerà sentieri comodi da percorrere, combattete per le giuste cause che volete conquistare”.

Parole del primo cittadino di Cadeo, Marco Bricconi che ha vissuto le celebrazioni del 25 aprile a fianco degli studenti e degli insegnanti delle classi terze dell’Istituto comprensivo di Cadeo, del vicesindaco Marica Toma e degli assessori Massimiliano Dosi e Alessandro Genesi.

Una passeggiata commemorativa tra monumenti e cippi di Roveleto e Fontana Fredda: ai monumento dei caduti e al campo sportivo dedicato al giovane partigiano Eleuteri prima e al monumento a Fontana come tappa conclusiva.

“Il 25 aprile ricorrere la Festa della Liberazione, e badate bene non è un giorno di vacanza ma un giorno di festa – ha ricordato Bricconi ai ragazzi -. Forse con il trascorrere degli anni non ricorderete per filo e per segno i fatti storici che hanno portato alla Liberazione del nostro Paese ma non potrete dimenticare che gli uomini e le donne della Resistenza, erano persone comuni come noi, senza super poteri, e hanno cambiato le sorti dell’Italia”.

“Pezzetti di storia”, i partigiani che difficilmente questi ragazzi scorderanno: dopo l’uscita didattica a Sperongia per incontrare Mino Avogadri, protagonista della Resistenza, dopo un tuffo nelle tante lettere scritte da partigiani alla vigilia della fucilazione, dimenticare sarà difficile.

“Ho visto una bicicletta e ho subito pensato a Stella che portava da Caorso alla diga di Mignano le armi nascoste nel suo cestino. Che coraggio!”, legge con emozione una studente; “Dai partigiani ho imparato che per i propri ideali bisogna essere disposti a tutto”, gli fa eco con enfasi un compagno.

La giornata commemorativa è frutto della collaborazione tra il Comune di Cadeo, l’Istituto Comprensivo Di Cadeo e Pontenure, L’Associazione Combattenti e Reduci, e le Associazioni Nazionali degli Alpini. Preziosa presenza durante il percorso della polizia municipale, dei carabinieri della stazione di Fiorenzuola e delle associazioni locali AVTC e Croce Rossa Cadeo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.