PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Area ex Mazzoni, ecco il progetto del nuovo supermercato

Dopo il pronunciamento del consiglio comunale di Piacenza, la deroga alla destinazione d’uso del comparto urbano compreso tra piazzale Veleia e via Calciati – da residenziale a commerciale – è arrivata anche dalla giunta, sulla base del progetto presentato dai privati proprietari dell’area.

Compie un ulteriore passo avanti il progetto di nuovo supermercato nell’area ex Mazzoni (nella foto).

Un insediamento commerciale al posto dei capannoni da anni abbandonati che ha suscitato parecchie polemiche, sopratutto da parte delle organizzazioni di categoria del commercio.

Ma l’operazione è stata avvallata dall’amministrazione comunale che incasserà 300mila euro di oneri di urbanizzazione.

Al posto dei capannoni dismessi sorgerà un centro commerciale da 1.500 metri quadrati solo alimentare, affiancato da una zona destinata ai 135 parcheggi per i clienti del supermercato. Lungo via Calciati, sul terreno del privato, verrà realizzata una pista ciclabile fino a piazzale Libertà. L’intervento prevede anche un ampliamento della sede stradale di via Calciati, oggi assai trafficata.

La proposta formulata dai privati è condivisa dall’amministrazione comunale – si legge nella delibera di giunta – e ritenuta di interesse pubblico in quanto privilegia il riuso e la rigenerazione urbana un’area industriale da tempo dismessa, limitrofa al centro storico, il cui degrado pone problematiche di ordine igienico-sanitario agli abitanti della zona.

A carico dei soggetti richiedenti è prevista inoltre la sistemazione della viabilità della zona, secondo le disposizioni impartite dal competente Servizio Mobilità e la realizzazione della pista ciclopedonale su sede propria, che da Piazzale Velleia si sviluppa lungo tutta via Calciati fino al congiungimento con quella sulla rotatoria di C.so Europa e via Conciliazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da metabolik

    Con Borgo Faxal ed Esselunga nelle vicinanze un altro supermercato ?
    Con negozi che chiudono, rilevante parte di spazi commerciali sfitti o abbandonati, la risposta della politica dovrebbe evitare la scelta di altro cemento e asfalto. Non c’è capacità di progettare il futuro.

  2. Scritto da Plonk

    Continuiamo a riempirci la bocca di valorizzare la città, le sue bellezze, la sua cultura etc, ma siamo solo capaci di aprire supermercati su supermercati. Io non mi capacito di quanto questa città, ricca, sia decadente.