PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana un costone lungo la strada Bobbio-Mogliazze

Più informazioni su

Frana un costone della montagna lungo la strada che collega Bobbio (Piacenza) e la frazione di Mogliazze. Il fronte franoso è di circa 50 metri (nella foto) e – a detta di alcuni residenti della zona – la caduta di alcuni detriti sulla strada era iniziata già nei giorni scorsi.

Si tratta di un evento recidivo di una vecchia frana alle Rocche di San Cristoforo, ma fortunatamente nel momento del distacco delle rocce non transitava nessuno lungo la direttrice viaria. Pare che una vettura con quattro persone a bordo fosse passata poco prima.

Per alcune ore sono rimaste isolate le due frazioni di San Cristoforo e Mogliazze, ma nel pomeriggio del 12 aprile la viabilità è stata ripristinata con la rimozione dei sassi caduti da parte dei tecnici comunali.

Il cedimento sarebbe stato causato dal distacco improvviso di un grosso masso di oltre 3 metri di diametro: il masso assieme ai numerosi detriti, sassi e fango, un intero costiolo roccioso ha ostruito completamente la strada ora isolata.

Secondo “Il Settimanale di Bobbio“, la frana è localizzata nelle Rocche di San Cristoforo, poche decine di metri prima della grande frana rocciosa del 2010 che isolò le frazioni per 4 mesi.

“Anche in questo caso – scrive sulla pagina facebook – la siccità del periodo precedente, seguita dalle nevicate e dal forte gelo, ha causato lo spostamento delle sorgenti d’acqua con la ripresa delle precipitazioni primaverili. Le avvisaglie nei giorni scorsi con fango e detriti prontamente rimossi dai mezzi del comune, ma in questo caso il cedimento è stato molto subdolo ed improvviso.

Infatti poco prima del cedimento verso le ore 9 del mattino la sede stradale, ripulita due giorni prima, era completamente sgombra nonostante le piogge della notte e data l’ora vi transitavano numerosi mezzi.

Prontamente si sono attivati i mezzi del comune per liberare la strada, lavoro ostacolato proprio dall’enorme masso non movibile e dalla continua frana di detriti. Occorerà molto lavoro per rompere a pezzi il masso e rimuovere il tutto approfittando della cessazione momentanea delle piogge, che sono previste nuovamente abbondanti nelle prossime ore”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.