PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Organizzò l’agguato al Mercatone Uno”, condanna a 12 anni. Assolto l’altro imputato foto

Più informazioni su

E’ stato condannato a 12 anni di reclusione il 47enne di Rozzano (Milano) ritenuto la mente dietro all’assalto al portavalori avvenuto il 22 aprile del 2016 all’esterno del Mercatone Uno di Rottofreno (Piacenza). Assolto invece “per non aver commesso il fatto” l’altro imputato nel procedimento, un 45enne monzese.

La sentenza è stata pronunciata giovedì mattina in Tribunale a Piacenza, al termine del processo che si è svolto con il rito ordinario. Per lo stesso episodio nel maggio del 2017 erano già stati condannati a 14 anni con rito abbreviato un 46enne ed 44enne, entrambi residenti nel milanese, considerati invece gli esecutori materiali del colpo nel quale rimase gravemente ferita una guardia giurata, raggiunta da un proiettile alla schiena a seguito del quale ha perso l’uso delle gambe.

Per il 47enne, accusato di tentato omicidio e rapina, il pubblico ministero Antonio Colonna aveva chiesto una condanna a 16 anni: per l’accusa sarebbe stato lui a pianificare e organizzare il colpo. “Una sentenza che assolutamente non mi aspettavo – il commento dell’avvocato difensore dell’uomo Beatrice Saldarini, che aveva chiesto l’assoluzione per il suo assistito – attenderò ora le motivazioni di questa decisione”. Il legale ha comunque preannunciato la volontà di ricorrere in appello.

Per l’altro imputato era stato lo stesso pubblico ministero a chiedere l’assoluzione.

LA RAPINA – I fatti erano accaduti nel pomeriggio del 22 aprile 2016 nel parcheggio del  Mercatone Uno di Rottofreno. I rapinatori armati erano entrati in azione intorno alle 16 a bordo di uno scooter. Secondo gli inquirenti, il piano consisteva nel derubare la guardia giurata della borsa con l’incasso del supermercato nel tragitto a piedi dal Mercatone al portavalori. Ma il piano ando stortò e uno dei due rapinatori aprì il fuoco, colpendo la guardia alle spalle.

La coppia tentò quindi di fuggire a bordo del furgone portavalori, per poi proseguire a piedi. Uno venne catturato poco dopo, il complice venne rintracciato e fermato dai carabinieri nei giorni successivi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da veronica

    E la guardia giurata??? Ci ha “guadagnato “ la perdita dell’uso delle gambe! Pena troppo lieve per il malvivente!!!