PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Progettare spazi aperti contemporanei, seconda conferenza al Politecnico

Anche parcheggi e impianti sportivi possono essere belli così come le rive di un fiume

Continua presso il Politecnico di Milano, in via Scalabrini 76, ex caserma della neve, aula C, ore 10.30, il ciclo di conferenze internazionali Piani urbanistici e la progetto gli spazi aperti nel mondo.

La seconda conferenza, il 2 maggio 2018, sarà tenuta dall’ingegnere Martin Rein-Cano, dello studio Topotek1 su Progetti di spazi aperti contemporanei.

Topotek1 è uno studio di architettura del paesaggio e di progettazione urbana con sede a Berlino e New York tra i più famosi al mondo, che ha realizzato interventi magistrali e innovativi, quali Superkilen, lo straordinario spazio pubblico lineare che ha saputo riqualificare una serie di grandi quartieri multietnici a Copenhagen in Danimarca nel 2012, dove lo spazio pubblico si colora (di rosso, di nero e di verde) e ospita giochi, ciclabili, attrezzature per sedersi, mangiare, divertirsi, giocare e . . . riposarsi in un luogo dove sempre si incontra qualcuno. Il progetto ha vinto il premio Aga Khan.

Martin Rein-Cano è tra i fondatori nel 1996 dello studio landscape architecture practice Topotek1. Nel 2015 vince il primo premio dell’Architettura del paesaggio tedesco per il progetto del sito UNESCO dell’abbazia di Lorsch. È visiting professor in diverse università europee e del nord America, tra cui Harvard. Insegna al Dessau Instutue of Architecture. Tra altre, partecipa alla IX International Biennial of Landscape Architecture, Barcellona, 2016.

Sarà l’occasione per gli studenti e i piacentini di conoscere progetti molto qualificati che lavorano non solo sulla tradizionale piazza europea, ma anche su tutti quei luoghi che per ragioni tecniche, come i parcheggi, o funzionali, come gli impianti sportivi, non vengono pensati come uno spazio di qualità da abitare. Diversamente per Topotek1 tanto i parcheggi quanto le piazze del mercato non sono uno spazio vuoto di asfalto ma un momento e un luogo per vivere bene. E questo in diverse parti del mondo dove questi interventi vengono realizzati e non solo disegnati.

 

Incontri successivi:

9 maggio 2018

Valentina Orioli, assessore all’urbanistica del Comune di Bologna

Bologna, Italia. Attuazione del Piano strutturale comunale (PSC) e Action plans ambientali (Paes e Climate change adaptation plan)

16 maggio 2018

Matteo Motti, Openfabric (Milano-Rotterdam)

Fiandre, Belgio. Pianificazione regionale e progetto territoriale di riciclo

 

 

POLITECNICO DI MILANO. POLO TERRITORIALE DI PIACENZA

Aula C | Ex-Caserma della neve | Via Scalabrini 76

Ciclo di conferenze internazionali Piani urbanistici e spazi aperti nel mondo

a cura di Marco Mareggi

Il ciclo di conferenze indaga gli spazi aperti nel piano urbanistico e in progetti spaziali e programmi d’azione innovativi. Nelle mutate condizioni socio-economiche ed ambientali, il progetto urbanistico, allenato a sostenere la crescita, è messo alla prova da altri compiti, che richiedono riflessioni e progetti orientati a rimettere in gioco diversamente le risorse territoriali esistenti senza consumare ulteriore suolo agricolo e ad agire con modalità sostenibili e resilienti. Mettere al centro del progetto urbanistico gli spazi aperti significa assumere queste istanze e riconoscere allo spazio aperto tre aspetti fondamentali nella definizione dei territori contemporanei: contribuisce a prestazioni ambientali ed ecologiche ineludibili nell’era del cambiamenti climatici, è luogo privilegiato delle pratiche sociali in pubblico, e il suo disegno è principio insediativo strutturante, in grado di dare senso, organizzare e ricomporre città e territori frammentati.

www.planum.net/events-news/piani-urbanistici-e-spazi-aperti-nel-mondo-conferenze-internazionali-mareggi

Il ciclo è realizzato in collaborazione con Urbanistica, la rivista storica dell’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica) e la rivista on line Planum. The Journal of Urbanism.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.