PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Economix

Ritorno nella Silicon Valley, la piacentina Xeo4 all'”Accelerator Program”

Più informazioni su

Xeo4 torna nella Silicon Valley

Sono trascorsi cinque mesi da quando Massimiliano Cravedi, CEO di Xeo4 – l’azienda piacentina che realizza “Rilheva IIoT Platform”, la soluzione Cloud per il telecontrollo ed il monitoraggio di impianti industriali – è rientrato dalla sua prima esperienza professionale in California, nella Silicon Valley.

Un’esperienza che, come ci ha raccontato a novembre Massimiliano, ha dato ottimi risultati: “confrontarsi con il sistema americano, ovviamente molto diverso dal nostro, ti permette di perfezionare al meglio il tuo modo di fare business. I feedback, come già detto, sono stati molto positivi. Addirittura mi è stato chiesto se la nostra soluzione è stata realizzata in Silicon Valley. Un grande riconoscimento, non c’è che dire.

Un riconoscimento che ha permesso a Xeo4 di essere stata selezionata per la seconda volta dall’Aster, allo “IoT Accelerator Program” del Plug and Play Tech Center, il più grande acceleratore d’impresa degli Stati Uniti.

Ce ne parla Massimiliano Cravedi poco prima di imbarcarsi per la California.

In che cosa consiste questa seconda opportunità che vi è stata concessa?

Gli incontri dell’ottobre scorso hanno portato ottimi risultati. C’è stato un grande interesse verso la nostra impresa ed in particolare verso la nostra soluzione. Pertanto, grazie ad un finanziamento di Aster, siamo riusciti a partecipare allo “Spring 2018 Program”, che avrà luogo a Sunnyvale in California dal 3 aprile a fine giugno.

Tre mesi di permanenza negli Stati Uniti sono un importante investimento.

Assolutamente si. Ne abbiamo discusso a lungo in azienda. Alla fine ci siamo organizzati ed abbiamo deciso di cogliere questa opportunità.

Qual è il vostro obiettivo?

Il programma dell’acceleratore d’impresa è molto chiaro: perfezionare il business plan e l’elevator pitch, organizzare incontri con potenziali investitori, cercare clienti potenziali e fare personal branding. Sul primo punto siamo abbastanza pronti. Il nostro obiettivo è prendere contatto con potenziali clienti ed investitori.

Lavorare con uno dei più importanti acceleratori del pianeta, è una grande responsabilità.

Vero. Una grande responsabilità e una grande emozione. Plug and Play Tech Center è un formidabile “connettore” tra startup innovative e grandi aziende. Investe in più di 100 startup ogni anno. La sede è in California, ma ha più di una ventina di uffici sparsi nel mondo. Tra le startup “accelerate” ci sono aziende del calibro di PayPal, Dropbox, SoundHound e Lending Club.

Una responsabilità che Xeo4 è assolutamente in grado di assumersi, aggiungo.

Un grande in bocca al lupo a Massimiliano Cravedi ed al suo staff.

Andrea Lodi (economix@piacenzasera.it)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.