PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Strade in sicurezza dopo il gelicidio, 30 interventi per oltre un milione

Maltempo. Strade, infrastrutture e sicurezza del territorio: operativo il piano da 8 milioni di euro per i primi 177 interventi, dopo il maltempo del dicembre scorso. Nel bolognese assegnati 281mila euro per 12 interventi

In arrivo i fondi per i territori di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Forlì-Cesena. il Via libera al piano con il decreto firmato dal presidente della Regione Stefano Bonaccini.

Gazzolo: “E’ una prima risposta alle criticità aperte dal maltempo nella della stagione invernale. Altre risorse arriveranno con la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per le piogge e le nevicate di febbraio e marzo già chiesta al Governo”

Bologna – Strade, frane e arginature, corsi d’acqua, servizi pubblici e assistenza alla popolazione. Via libera a 7 milioni e 881 euro per cantieri di messa in sicurezza e per interventi di ripristino di viabilità e infrastrutture pubbliche nei territori di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Forlì-Cesena, le sei province duramente colpite dall’8 al 12 dicembre 2017 dall’eccezionale ondata di maltempo per cui, la Regione, ha immediatamente chiesto e ottenuto la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale.

Approvata la prima parte del Piano degli interventi, finanziato dal Governo, dopo la firma del presidente Stefano Bonaccini al decreto.

I finanziamenti, che si aggiungono ai 2 milioni di euro stanziati dalla Regione all’indomani degli episodi di maltempo, serviranno per realizzare un pacchetto di 177 interventi urgenti e necessari al ripristino di tratti stradali con rimozione di alberi, rami, detriti, per la messa in sicurezza di marciapiedi, il ripristino di edifici e illuminazione pubblici, per prima sistemazione di smottamenti e frane e arginature oltre alla realizzazione di interventi di assistenza alla popolazione.

In particolare, nel territorio della provincia di Piacenza gli interventi finanziati sono 30 per un importo pari a 1.171.439 euro.

“Il Piano dà una prima risposta alle criticità di un territorio che nel corso della stagione invernale ha subito duramente le conseguenze del maltempo- afferma Paola Gazzolo, assessore regionale alla sicurezza del territorio-. Il Dipartimento nazionale di protezione civile ci ha autorizzato nei giorni scorsi ad investire una prima parte dei 10 milioni stanziati dal Governo a fine dicembre e subito il presidente Bonaccini, con un decreto, ha assicurato operatività ai relativi interventi.

Il quadro si completerà con i nuovi finanziamenti richiesti per fronteggiare gli aggravamenti causati dalle nevicate e dalle piogge cadute senza sosta per circa 40 giorni tra febbraio e marzo: la Regione ha presentato lo scorso 20 marzo la richiesta dello stato di emergenza nazionale, che ci auguriamo venga accolta al più presto”.

Gli interventi in provincia di Piacenza

La maggioranza dei 30 interventi riguarda il taglio e la rimozione di alberi, vegetazione e detriti che hanno ingombrato le strade per ripristinare una sicura viabilità: 40.500 euro a Bettola, 30mila euro a Bobbio, 5.928 euro a Carpaneto Piacentino, 6.977 euro a Castell’Arquato, 16.200 euro a Cerignale, 70mila euro a Coli, 29.300 euro a Corte Brugnatella, 40mila a Ferriere, 39mila a Gazzola, 24.847 euro a Gropparello, 47.171 euro a Morfasso, 9.760 euro a Nibbiano, 10.948 euro a Pecorara, 32.500 euro a Pianello Val Tidone, 16.030 euro a Piozzano, 20.491 euro a Ponte dell’Olio, 60mila euro a Rivergaro, 12.013 euro a Travo compreso il ripristino dell’illuminazione pubblica danneggiata, 9mila euro a Vernasca, 10mila a Vigolzone, 12.200 euro a Zerba, 4.098 euro a Ziano Piacentino, 21.205 euro a Farini.

Inoltre il Comune di Corte Brugnatella è destinatario di altri 50mila euro per la rimozione di materiale inerte ed il ripristino della sezione di deflusso del fiume Trebbia in località Marsaglia; il Comune di Ferriere è al centro di ulteriori due significativi stanziamenti per importanti lavori sulla strada provinciale SP 586R Val d’Aveto che saranno attuati attraverso la Provincia di Piacenza: il consolidamento degli scoscendimenti di monte al km 7+900 (150mila euro) e interventi di ripristino della strada a seguito dell’erosione del Torrente Aveto al km 11+500 attraverso il recupero delle difese spondali e la realizzazione di un muro di sostegno (300mila euro); il Comune di Morfasso riceverà risorse per altri 3.500 euro che saranno impegnati in interventi di ripristino del tratto di strada danneggiata dagli allagamenti, in località Pedina; il Comune di Travo sarà beneficiato di aggiuntivi 4.771 euro per l’acquisto di materiali usati per risistemare la viabilità.

La Provincia di Piacenza è poi soggetto attuatore dei lavori di ricostruzione del corpo stradale che ha ceduto al km 2+500 della SP 18 di Zerba, nel territorio del Comune di Ottone (15mila euro).

Il Consorzio di Bonifica di Piacenza attuerà invece lavori di somma urgenza per garantire la transitabilità sulle strade di bonifica nel comprensorio montano di sua competenza coinvolgendo i territori dei Comuni di Coli, Bobbio, Bettola, Farini, Cerignale, Morfasso. Gropparello e Ferriere (80mila euro). /Eli.Co.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.