PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Torna la stagione del “mazzetto verde”: l’asparago piacentino e i nostri consigli culinari

Piacenza – Anche quest’anno si apre la stagione di un prodotto speciale, sia per la bontà che per le proprietà nutrizionali che offre: un cespuglio di colore e sapore, un mazzo di aghi verdi da regalare alla vostra cucina.

Cucinato a vapore dalle persone più attente alla linea o in padella con un filo d’olio e qualche spezia per i più decisi, l’asparago si presta a numerosissime ricette ed è ad oggi considerato uno degli ortaggi più salutari e ricco di benefici: “Possono aiutare a superare alcuni disturbi tipici del periodo primaverile: malinconia, sbalzi d’umore, depressione. Le sue buone qualità diuretiche, consentono poi di alleggerire la circolazione, pertanto è ben indicato per chi soffre di ipertensione arteriosa e per chi vuole eliminare gli eccessi di peso. 

Gli asparagi contengono pochissimi grassi, è assente il colesterolo, hanno ottime fibre alimentari. In più hanno un basso contenuto di sodio, sono ricchi di potassio, sono una buona fonte di acido folico e di vitamina B1 e B6.” Ne parla così il Consorzio Asparago Piacentino, che si occupa proprio di valorizzare questo fantastico prodotto a partire dalla produzione fino alla tavola – rigorosamente in territorio piacentino.

Un pizzico di fantasia, leggera manualità e il “mazzo verde” è servito: dagli asparagi croccanti avvolti in prosciutto crudo e fontina, alla vellutata per una cenetta leggera e depurante, alle particolari lasagne di asparagi, questo ortaggio si presta a infinite combinazioni.

Abbiamo parlato con chi di cucina se ne intende davvero per potervi consigliare un piatto che in questo periodo di inizio primavera, che sia una cena in famiglia o con gli ospiti, non può mancare a tavola. Sono la signora Marinella Cavalli, titolare nonché cuoca ufficiale dell’Agriturismo “La Foce del Trebbia” (località Borgotrebbia, via Aguzzafame 40) e Michela, “tuttofare” all’interno del locale, a suggerirci le gustosissime crespelle di asparagi, un primo piatto che si distingue dagli altri per la sua delicatezza e particolarità, proposto nel loro menù esclusivamente nella stagione propria di questo prodotto.

LA RICETTA DI MARINELLA

Per le crespelle servono, per ogni uovo 60 grammi di farina, 150 millilitri di latte e un pizzico di sale.

Mescolare le uova precedentemente sbattute con un pizzico di sale e la farina setacciata. Dopo aver ottenuto un impasto privo di grumi, aggiungere il latte e mescolare con una frusta fino ad ottenere una pastella piuttosto liquida. Cuocere una crespella per volta – “non troppo sottile ma neanche troppo spessa” sottolinea Michela – in una padella antiaderente con una noce di burro, un minuto circa per lato.

Terminate le crespelle lasciatele raffreddare e preparate la besciamella iniziando con 100 grammi di burro e 100 grammi di farina: far sciogliere il burro a bagnomaria e dopo di che, nella stessa casseruola, aggiungere tutta la farina mescolando fino ad ottenere una pastella leggermente bruna. Infine aggiungere il latte precedentemente scaldato con noce moscata, sale e pepe.

Arriva finalmente il prodotto principe di questa ricetta, l’asparago: dopo averlo accuratamente lavato, le nostre cuoche procedono con una cottura lenta a vapore in forno. “E’ importante tenere sempre le punte a parte, mai buttarle via” – sottolineano, e dopo capirete il perché. Una volta cotti, gli asparagi vengono divisi: una parte andrà ridotta in purea e verrà aggiunta alla besciamella, una seconda parte sarà tagliata a rondelle sottili e fatta saltare per qualche minuto in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale, per renderli croccanti.

Adesso è tutto pronto per essere assemblato: su ogni crespella si andrà ad adagiare un cucchiaio di besciamella (anche due per gli ospiti più golosi!), l’asparago saltato in padella e, perché no, una spolverata di grana padano; si chiuderà poi la crespella a fazzoletto (prima a metà e poi ancora a metà). Terminato questo passaggio bisognerà trasferire le crespelle su una teglia imburrata, cospargerle con la besciamella rimanente e fatte dorare in forno per 5 minuti circa. Infine, la punta di asparago sulle singole porzioni darà un tocco di colore e di primavera al piatto: niente di meglio per prepararsi alla stagione tiepida, tanto attesa e finalmente arrivata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.