PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Welfare aziendale, Confapi fa il punto: “Ancora lunga la strada da fare”

Welfare aziendale, di strada da fare ce ne è ancora. La conferma è arrivata da Renza Ratti, referente di Welfare e Previdenza Emilia Romagna che l’altro pomeriggio è intervenuta nella sede di Confapi Industria proprio su questo tema.

“Di welfare aziendale, inteso come pacchetto di servizi, beni e opere che l’azienda mette a disposizione dei propri dipendenti e dei loro familiari, si parla già da qualche anno – ha spiegato Ratti – ma nel territorio piacentino la strada da fare è ancora lunga: indubbiamente le dimensioni medio-piccole delle aziende rendono più difficoltosa la scelta di sobbarcarsi di un impegno che, seppure volto al miglioramento della qualità di vita dei lavoratori, rappresenta un’ulteriore responsabilità”.

L’incontro, promosso in collaborazione con Cepi, Azimut e il Consiglio provinciale di Piacenza dei consulenti del lavoro, ha inteso mettere sotto i riflettori una possibilità che tuttavia risulta sempre più interessante per le aziende che la propongono: “Lo Stato garantisce alcuni sgravi fiscali importanti a chi scelga di fare del welfare aziendale – ha confermato Ratti intervenuta all’incontro insieme alla collega Barbara Boselli – fra l’altro tra le prestazioni garantite non ci sono solamente quelle classiche relative all’assistenza sanitaria e sociale e alla previdenza, ma anche servizi per l’istruzione, la ricreazione e il culto, ossia sono anche coperte le spese per i pellegrinaggi. Da segnalare è anche il fatto che attualmente i servizi possono essere estesi anche ai familiari”.

Ma quali sono le caratteristiche che le aziende devono avere per proporre soluzioni di welfare? “In primis devono essere delle aziende sane – ha spiegato Ratti – perché una scelta di questo tipo prevede un costo ulteriore da sobbarcarsi, anche se alla fine i ritorni in termini anche di fidelizzazione dei lavoratori, sono importanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.