PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Barbieri “Non faccio politica sul nuovo ospedale, chiedo chiarezza sui costi”

“Sono stanca di essere tirata per la giacca quando si parla di nuovo ospedale. Il problema principale non è la scelta dell’area da fare in fretta, ma la situazione economico – finanziaria oltre al futuro della struttura attuale”. Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri prende la parola durante la conferenza socio sanitaria, presieduta da Patrizia Calza, per “fare chiarezza” sul tema che sta tenendo vivo il dibattuto politico in città ormai da diverso tempo.

Non si può parlare, però, di nuovo ospedale prescindendo dalla situazione della sanità piacentina. “Non è solo una questione di immobili, confrontandomi con gli operatori ho capito che è un problema di sanità che sta cambiando – continua il sindaco -. E’ però con preoccupazione che assisto a questa fuga di professionisti da Piacenza: qui non si lavora bene, non c’è serenità. Parlando con gli operatori sono emerse delle criticità per quanto riguarda organizzazione e programmazione. Situazione avvertita anche dagli stessi cittadini. Il timore è di assistere a una perdita di attrattività del nostro comparto ospedaliero. Per questo motivo sarebbe utile avere dati relativi alla mobilità ospedaliera, sapere quanti pazienti decidono di farsi curare altrove e perché”.

Insomma, il timore espresso dal sindaco di Barbieri è quello di arrivare, da qui a 10 anni, ad avere sì a disposizione un ospedale in linea con le nuove esigenze della sanità, ma “senza eccellenze, destinato alla lungodegenza”. Timore che si basa anche sui primariati di numerosi reparti rimasti vacanti, il mancato investimento nelle dotazioni tecnologiche, ricorda Barbieri. “Osservazioni fatte per costruire, non per demolire”.

Tornando al nuovo ospedale, il primo cittadino insiste nel ricordare il percorso avviato con il gruppo di lavoro bipartisan insieme all’azienda Usl per trovare la collocazione migliore, scelta da fare tenendo presente “non i muri, ma i servizi”.

“Io non sto facendo politica su questo tema, ma posso chiedere chiarezza sui costi dell’operazione e sul futuro del comparto che andremo ad abbandonare? Perché anche questo significa parlare di sanità – continua Barbieri -. La Regione investirà 100 milioni di euro, io esprimo perplessità perché, con questo bilancio consuntivo presentato dall’Ausl (in votazione durante la seduta,ndr), che pure è tecnicamente ineccepibile, non è possibile sottoscrivere mutui e procedere con alienazioni sufficienti a stanziare gli altri soldi necessari per realizzare il nuovo ospedale. Questo non è fare politica, ma essere consapevoli del nostro ruolo. Proprio per questo motivo io darò fiducia astenendomi sul bilancio, pur con forti critiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da veronica

    Complimenti alla nostra Sindaco!!! Decisione oculata, non abbiamo bisogno, anche a mio modesto parere, di mattoni nuovi, ma di ECCELLENZE in campo medico. Un’altra incognita è altresi’ rappresentata dalla “eventuale carcassa dell’ attuale Ospedale. E’ un problema non da poco!