PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Barbieri: “Sì al patto con Parma, eventi per attrarre turisti anche qui”

Piacenza con i “cugini” ducali, insieme a Reggio, può lavorare per condividere, e quindi “spalmare” lungo la via Emilia, gli eventi e le manifestazioni che caratterizzeranno Parma Capitale della Cultura 2020.

Dopo l’annuncio di Federico Pizzarotti sulla volontà di stabilire un patto con le città vicine – “la nostra città sarà comunque Capitale, ma chiede una nuova alleanza a Piacenza e a Reggio” –  il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ci racconta del vertice di lunedì in municipio a Parma, al quale ha partecipato anche il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, accompagnato dagli assessori alla cultura Massimo Mezzetti e al turismo Andrea Corsini.

“E’ stato un incontro positivo – afferma – coordinato dal presidente Bonaccini, il quale ha più volte affermato di considerare un grande riconoscimento per la nostra regione non solo la designazione di Parma come capitale 2020, ma anche la presenza tra le dieci finaliste di altre due città emiliane come la nostra e Reggio Emilia”.

“C’è davvero la possibilità di condividere una progettualità per affiancare la Capitale della Cultura Parma all’interno di un discorso di area vasta. Una progettualità agevolata dalla presenza di Destinazione turistica Emilia dove sono rappresentate tutte e tre le nostre tre città. Abbiamo iniziato a lavorare a un filo conduttore che possa avere come protagoniste anche Piacenza e Reggio con manifestazioni collaterali e percorsi in grado di attirare turisti e visitatori non solo a Parma, ma anche nelle altre città.

Penso ad esempio al tema dei Farnese che ci accomuna con Parma. Il nostro dossier preparato in occasione della candidatura di Piacenza è all’attenzione dal comitato parmense, così come quello di Reggio, per trovare opportunità e iniziative da costruire insieme. Penso anche alla rete di castelli delle nostre province. Nelle prossime settimane proseguirà il confronto per mettere insieme un calendario di eventi comuni“.

Il sindaco Pizzarotti parla di “brand” Emilia da promuovere senza campanilismi, come è riuscita a fare la Toscana. Patrizia Barbieri crede a questa idea?

“Io vedo con favore tutto ciò che è concreto – risponde il sindaco di Piacenza – e quindi se c’è un progetto forte e comune, nel quale ciascuna città può mettere in campo le proprie peculiarità e le proprie eccellenze, vale la pena di perseguirlo. Senza cannibalismi e stupide rivalità. Credo che le nostre città siano ampiamente complementari e Piacenza possa portare avanti le proposte di grande valore”.

IL POST su facebook del sindaco di Parma

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ab

    Ecco sindaco, magari qualcosa di diverso dai mercati….europeo, di Forte, e fiere varie…