PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Capolavori su carta da Piranesi a Volpato alla Galleria Alberoni

Domenica 3 giugno al via il quinto evento collaterale alla mostra “Il secolo del rame alla Galleria Alberoni” di Piacenza. Capolavori su carta da Piranesi a Volpato, condurrà il pubblico non solo alla scoperta delle straordinarie incisioni esposte in Galleria, ma svelerà anche i più preziosi e importanti tesori librari della Biblioteca del Collegio Alberoni, ordinariamente non visibili.

Alle ore 16 partirà una visita guidata speciale che, oltre a mostrare le meravigliose incisioni del Settecento che costituiscono l’esposizione presenterà, nella Biblioteca monumentale del Collegio Alberoni, i volumi più preziosi del fondo librario alberoniano che, sempre in crescita, raggiunge oggi oltre 130.000 pezzi.

Il pubblico infatti potrà eccezionalmente apprezzare i più preziosi incunaboli, come la Historia romana di Eutropio stampata a Roma nel 1471, il Liber Chronicarum di Hartman Schedel, pubblicato a Norimberga nel 1493, ornato da preziose xilografie dovute ad artisti diversi tra i quali il giovane Albrecht Dürer, la Summa de arithmetica, geometria, proportioni et proporzionalità di Fra Luca Pacioli del 1494.

Saranno inoltre visibili una selezione di Cinquecentine, la Istoria e dimostrazioni attorno alle macchie solari e loro accidenti (1613) di Galileo Galilei, per giungere a rari e importanti volumi del Settecento tra i quali l’Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences des arts et des métiers di Diderot e D’Alembert e un’opera del principe dei topografi Giovanni Battista Bodoni.

La visita guidata costituisce quindi un vero e proprio viaggio attraverso la storia del libro dal XV al XVIII secolo. Per l’occasione si potrà accedere all’itinerario guidato dedicato ai libri con biglietto ridotto di €. 4,50.

Un’occasione da non perdere per conoscere una delle più importanti biblioteche della città e vedere volumi antichi di straordinaria importanza, conoscendo la storia del libro dal XV al XIX secolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.