PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con Dimore Festival rinasce Bastione San Sisto fotogallery

Taglio del nastro venerdì pomeriggio a Piacenza per Dimore Festival, la rassegna culturale organizzata dall’Ordine degli Architetti di Piacenza e Provincia con il supporto di Propaganda 1984 (dal 18 al 20 maggio 2018 a Bastione San Sisto) e dedicato all’importanza dell’architettura nella vita quotidiana.

Una tre giorni di incontri workshop, concerti e proiezioni cinematografiche che segnano la nuova vita di Bastione San Sisto, storico immobile della cinta muraria piacentina riqualificato grazie a un percorso di valorizzazione condiviso con cittadini, istituzioni e investitori privati, farà infatti da teatro a questa manifestazione che parla proprio di architettura e di beni abbandonati da recuperare.

L’Agenzia del Demanio ha partecipato all’apertura del Festival per raccontare questa e altre esperienze di rigenerazione urbana che sta portando avanti in tutta Italia “con l’obiettivo di arricchire i territori di nuovi luoghi d’incontro e integrazione”.

“Il mio ringraziamento all’Ordine degli Architetti per questo regalo alla città – ha detto il sindaco Patrizia Barbieri – questa location è un esempio del recupero urbanistico possibile. È un motivo d’orgoglio questo festival che cerca di intercettare tutta la città e coinvolgere i cittadini su temi importanti e sul futuro”. Dalla valorizzazione della città e dei luoghi meno conosciuti – ha aggiunto la vice presidente della Provincia Patrizia Calza – può scaturire un volano di sviluppo per tutta la comunità piacentina”.

IL FESTIVAL DIMORE – “Il Festival – spiegano gli organizzatori – nasce dalla necessità di aprire le porte dell’architettura al grande pubblico cittadino, affrontandone le tematiche e gli aspetti più interessanti da punti di vista laterali e coinvolgenti. Ospiti e relatori di spicco saranno protagonisti di talk e incontri aperti a tutta la cittadinanza: tre giorni dedicati alle dimore di ogni giorno, intese come ogni spazio che viviamo, ogni casa in cui trascorriamo il nostro tempo, e che richiedono un grande lavoro di progettazione per essere abitabili e fruibili. Dimore vuole porsi come punto di riferimento per gli addetti al settore (architetti, paesaggisti, designer) e come ponte ideale tra il grande pubblico e una materia di cui in città si conosce poco”.

Tanti i contenuti della tre giorni: spicca Dimore Spaziali, il talk dedicato all’importanza di una buona progettazione in ambienti estremi, con Umberto Guidoni, il primo astronauta europeo a visitare la Stazione Spaziale Internazionale, divulgatore, studioso ed ex-europarlamentare. Tra gli ospiti, anche Luis Vives e Andreu Arriola, architetti e professori della Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona, Juan Manuel Palerm Salazar, docente della Universidad de Las Palmas de Gran Canaria, Victor Correal, produttore del documentario “Mòn Petit”, Matteo Zulianello, fondatore di Avanzi – Sostenibilità per Azioni e molti altri.

Spicca tra le collaborazioni quella con Transumanza – libri e lettori in movimento, festival letterario che durante i 3 giorni porterà sul palco Alessandro Robecchi, autore di “Follia Maggiore”, Hanne Ørstavik, autrice di “A Bordeaux c’è una grande piazza aperta”, Bianca Cappello, Sonia Maria Luce Possentini e il giornalista musicale Ezio Guaitamacchi, che presenterà il suo libro “Atlante rock. Viaggio nei luoghi della musica”, accompagnato dalla cantante Brunella Boschetti Venturi.

Dimore Festival è anche musica indipendente: protagonisti sul palco 3 artisti di caratura nazionale, a partire dal funky degli Aquarama, in scena venerdì 18, passando per il duo electro-pop Yombe, sul palco sabato 19, e chiudendo con il cantautorato di Delmoro, previsto per domenica 20. Spazio anche alla fotografia, con la mostra “Spazi Emotivi” di Francesco Favalesi, allestita tra le mura di Bastione San Sisto, e il contest fotografico “Sottosopra”, organizzato dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Piacenza e Spazio 2.

Dimore Festival è anche tecnologia: grazie a Officine Baco, si potrà conoscere il mondo della stampa 3D, con un workshop a numero chiuso durante il quale si progetterà un oggetto partendo da 0. Info e iscrizioni: dimorefestival@gmail.com.

All’interno dell’area di Bastione S. Sisto sarà inoltre possibile interagire con OPEN, l’installazione ideata e realizzata in esclusiva per Dimore Festival dal designer Gio Tirotto, così descritta dall’autore: “Credo che progettare significhi anche accorgersi di ciò che normalmente non viene rivelato e così OPEN una riflessione attorno all’area di rotazione della porta stessa, spazio normalmente di passaggio e che definisce la soglia come luogo dinamico e di transizione.”

Il Festival, a ingresso gratuito, è organizzato dall’Ordine degli Architetti PPC di Piacenza e Provincia, gode del patrocinio di Comune di Piacenza, Provincia di Piacenza, Camera Di Commercio, Federazione Ordini Architetti PPC Emilia Romagna, Politecnico Di Milano e del sostegno di Agenzia del Demanio.

PROGRAMMA COMPLETO

VENERDI 18 MAGGIO apertura porte ore 17

ore 17.30: Saluti Istituzionali

ore 18.30: TALK: “IL RIUSO DELLO SPAZIO URBANO”
con Matteo Zulianello (Avanzi – Sostenibilità per Azioni), Luis Vives e Andreu Arriola / Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona dalla Universitat Politècnica de Catalunya

ore 22.00: CONCERTO: AQUARAMA

SABATO 19 MAGGIO apertura porte ore 10.30

ore 11.00: INCONTRO CON L’AUTORE – ALESSANDRO ROBECCHI in collaborazione con Transumanza libri e lettori in movimento

ore 15.30: WORKSHOP – STAMPIAMO IN 3D

ore 16.30: PRESENTAZIONE MOSTRA “SPAZI EMOTIVI”

ore 17.00: INCONTRO CON L’AUTORE – HANNE ØRSTAVIK in collaborazione con Transumanza libri e lettori in movimento

ore 18.30: TALK: “LA CITTA’ DELL’ARTE”
con Juan Manuel Palerm Salazar (ULPGC), Víctor Correal, Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi (Invernomuto), Sara Protasoni (Politecnico di Milano)

ore 22.00: CONCERTO: YOMBE

DOMENICA 20 MAGGIO apertura porte ore 10.30

ore 11.00: INCONTRO CON L’AUTORE – BIANCA CAPELLO in collaborazione con Transumanza libri e lettori in movimento

ore 12.30: DESIGN PIC NIC

ore 15.30 e ore 16.30: INCONTRO CON L’AUTORE – SONIA MARIA LUCE POSSENTINI E EZIO GUAITAMACCHI 
in collaborazione con Transumanza libri e lettori in movimento

ore 18.30: TALK: “DIMORE SPAZIALI”
con Umberto Guidoni, Sara Protasoni (Politecnico di Milano) e Juan Manuel Palerm Salazar (ULPGC).

Eventi collaterali:

–  Piacenza. abitare in sezione: un’esposizione di progetti di rigenerazione del paesaggio urbano organizzata dal Politecnico di Milano – Sede di 
Piacenza che si terrà nella Chiesa di S. Ilario, Piacenza

–  Gli scaloni dei palazzi storici. Conoscenza, tutela, restauro, valorizzazione: che si terrà sabato 19 maggio dalle ore 10 alle 17 a Palazzo 
Rota Pisaroni

–  Test Drive: a bordo della nuova DS7 Crossback, durante i 3 giorni di Dimore 
ci sarà la possibilità di effettuare un tour alla scoperta dei luoghi simbolo della città di Piacenza, in collaborazione con Ponginibbi DS Automobiles

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.