PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Espulsioni, locali al setaccio e una denuncia per spaccio, maxi controlli in città foto

Tre espulsioni, dodici locali passati al setaccio, 481 persone controllate e una denuncia per spaccio di stupefacenti.

Sono alcuni degli esiti raccolti nei maxi controlli interforze eseguiti negli ultimi sette giorni a Piacenza e coordinati dalla Questura, al fine di contrastare crimini quali furti, vendita e consumo di droga, oltre che di verificare sicurezza e rispetto delle regole nei luoghi della movida, frequentati da giovani e giovanissimi.

Servizi a cui hanno preso parte polizia di stato, con ausilio del reparto prevenzione crimine, polizia locale, guardia di finanza con l’unità cinofila (nella foto), vigili del fuoco, azienda Usl e Ispettorato del lavoro.

Un centinaio gli operatori in campo che, come sottolineato dalla Questura, “hanno operato in sinergia, ognuno con le proprie specifiche competenze”. Complessivamente sono state controllate 481 persone e 227 veicoli, con l’utilizzo del sistema targhe Mercurio, che hanno condotto anche a rilevare 28 contravvenzioni al codice della strada.

Servizi intensificati che nei giorni scorsi hanno portato all’arresto di tre stranieri per rissa aggravata  e di un altro giovane per tentato furto.

Inoltre sono stati colpiti da espulsione tre cittadini stranieri irregolari, rispettivamente di origine albanese, egiziana e marocchina, uno dei quali accompagnato alla frontiera.

Sul fronte stupefacenti gli agenti della squadra mobile, impegnati nella giornata del 19 maggio a monitorare giardini Margherita e giardini Merluzzo, hanno assistito ad una cessione di 2 grammi di hashish, da parte di un 20enne egiziano ad una 31enne piacentina. L’intervento è stato immediato e il giovane, già noto come assuntore, è stato denunciato a piede libero per spaccio, mentre la ragazza è stata segnalata alla Prefettura, così come un 43enne senegalese, trovato con 0,6 grammi di “erba”.

Controlli interforze nei locali

Altri 1,3 grammi di marijuana sono stati invece individuati dall’unità cinofila addosso a un 18enne venezuelano, a sua volta segnalato come assuntore. Il giovane è stato fermato nella serata di venerdì in piazza Cavalli.

“Effettuare dei controlli ha un valore che va ben oltre il risultato immediato – ha precisato il tenente colonnello delle fiamma gialle Luca Elidoro -; il valore aggiunto è nelle informazioni e notizie che si raccolgono e possono portare successivamente ad altri importanti sviluppi”.

Nel fine settimana le ispezioni si sono invece concentrate nei pubblici esercizi, quali bar, ristoranti e luoghi di aggregazione. Come precisato dai referenti dell’igiene pubblica dell’azienda Usl e dell’Ispettorato del lavoro, per quanto riguarda la somministrazione bevande non sono emerse condizioni critiche né sono state emesse sanzioni. “Sul fronte della regolarità dei rapporti di lavoro sono in corso valutazioni sulla posizione di un lavoratore straniero all’interno di un locale, ma anche sotto questo profilo non sono emerse violazioni palesi.”

La Polizia Locale, secondo quanto riferito in conferenza stampa, in alcuni casi ha accertato alcune irregolarità in merito all’esposizione degli orari di apertura e chiusura e del cartello di divieto di fumo, oltre che una metratura del dehors esterno troppo estesa rispetto al consentito. Inoltre sono in corso di verifica per due locali i titoli abilitativi autorizzativi per diffondere musica all’esterno.

Il dispiegamento “è stato uno sforzo importante per impegno e uomini, ai quali vanno i ringraziamenti della Questura per la loro professionalità” ha spiegato il capo di gabinetto Filippo Sordi Arcelli Fontana. Controlli che proseguiranno, con altre modalità, anche nelle prossime settimane, per un controllo del territorio più efficace.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.