PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Non fumare è un vantaggio”, ma si inizia a 11 anni. La prevenzione degli studenti fotogallery

Non fumare è un vantaggio e i media devono mostrare più spesso gli esempi positivi“. Parola degli studenti del liceo Respighi di Piacenza, “professori” di prevenzione per i coetanei dell’istituto Tramello. Una lezione speciale organizzata dall’Ausl nell’ambito delle giornate europee dello scompenso cardiaco, in scena nella mattina dell’8 maggio alla Sala delle Colonne dell’ospedale Guglielmo da Saliceto.

La lezione antifumo degli studenti

Nelle foto alcuni momenti dell’incontro. Gli studenti protagonisti di questa iniziativa sono stati formati dall’equipe Ausl di Epidemiologia e promozione della salute. I laboratori proseguono anche mercoledì mattina, con una sessantina di giovanissimi, sempre con l’obiettivo di sensibilizzarli parlando il loro linguaggio.

“Cerchiamo di sensibilizzare i ragazzi a questo argomento proprio per evitare che inizino a fumare – spiega Gilda Bellocchio, infermiera del reparto di Cardiologia – ; dagli ultimi studi è emerso che l’età in cui s’inizia a fumare sono gli 11 e 12 anni, un fattore molto pericoloso. I principali rischi a cui un fumatore è soggetto sono quelli cardiovascolari, poi ictus e a lungo andare le malattie tumorali. Il fumo innesca una reazione di infiammazione sul nostro organismo e questo va a incidere su tutti gli apparati”.

Anna Maria Guasconi (3°E liceo Respighi) e Stefano Lucchini (3° G liceo Respighi) sono due dei relatori di eccezione dell’incontro: “Volevo far sapere ai più giovani che esistono queste problematiche e ad aiutarli a toccarle con mano” raccontano nell’intervista.

La riflessione riguarda anche le motivazioni che spingono gli adolescenti ad avvicinarsi alla sigaretta:” Abbiamo individuato delle motivazioni personali, sociali e interpersonali,  di cui quest’ultimi sono la maggior parte, per esempio per farsi accettare dagli altri, diventare amico di chi fuma e mettersi in mostra,. Quelli sociali sono più una problematica di legge, per la facilità con cui possono acquistare le sigarette e per il costo basso. Poi ci sono altri fattori, ad esempio se la famiglia del ragazzo fuma è più probabile che lui inizi, oppure la convinzione che aiuti a rilassarsi, anche se appare più come una scusa legata alla dipendenza e alla difficoltà di smettere.”

Un disincentivo importante può arrivare da una maggiore cultura della salute: “E’ necessaria più informazione non solo sugli aspetti negativi del fumo, che ormai molti conoscono, ma sugli aspetti positivi del non fumare. C’è troppa poca consapevolezza su uno stile di vita sano e crediamo che dovrebbe essere messo in evidenza dalla televisione, nella pubblicità e anche a scuola.”

Nell’ambito delle giornate dello scompenso cardiaco a Piacenza e provincia, per tutto il mese di maggio si svolgeranno eventi e manifestazioni, grazie alla straordinaria e trasversale alleanza tra operatori sanitari, istituzioni, associazioni, insegnanti e studenti, agriturismi, coltivatori diretti, farmacisti e palestre che promuovono salute.

Fino a sabato 12 maggio è possibile rivolgersi a una delle farmacie aderenti alla rete Farmacisti preparatori per la misurazione gratuita della pressione arteriosa e per ricevere una consulenza personalizzata sul rischio cardiovascolare. Per scoprire quali sono le 5 farmacie aderenti a Piacenza si può cliccare sul sito https://www.farmacistipreparatori.it/farmacie-specializzate/eventi/il-tuo-cuore-e-un-bene-prezioso-ascoltalo

Mercoledì 9 maggio, alla Casa della Salute di Carpaneto, dalle ore 9.30 alle 12.30, è possibile incontrare medici e infermieri per una valutazione gratuita dei fattori di rischio.

Anche in ospedale a Piacenza sono stati messi a disposizione colloqui gratuiti con il personale di Cardiologia. I cittadini che pensano di essere a rischio scompenso e non hanno mai fatto una visita, possono prenotare una valutazione personalizzata con medici, infermieri e tecnici del reparto. Il numero da contattare è lo 0523.302641 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.

Proseguono intanto, sul territorio, anche le iniziative rivolte alla popolazione. Per tutto il mese di maggio sarà possibile gustare il Piatto del cuore nei 15 agriturismi aderenti di Terranostra.

L’elenco completo è consultabile su www.ausl.pc.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.