PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La magia di Val Tidone e Val Luretta protagonista nel film “Terre di racconti nascosti” foto

Misteri, leggende, curiosità della Val Tidone e della Val Luretta sono le protagoniste del film-documentario “Terre di racconti nascosti” che dopo una prima proiezione al castello di Tassara, è stato presentato ufficialmente in anteprima al cinema-teatro Capitol di Borgonovo lo scorso 20 aprile.

Il lungometraggio, promosso dall’Associazione di promozione turistica e culturale LaValtidone, ha conquistato l’interesse del pubblico presente, tra cui il Sindaco di Borgonovo, Pietro Mazzocchi, il Vice Sindaco di Romagnese Ada Risi, il vicesindaco di Zavattarello Armella Fausta, l’Assessore alla cultura di Castel San Giovanni, Valentina Stragliati, il Sindaco di Agazzano Mattia Cigalini, l’ex Sindaco di Pecorara Franco Albertini e da Chiara Gemmati, in rappresentanza del Consorzio di Bonifica di Piacenza, grazie al cui sostegno è stata possibile la realizzazione dell’opera.

Nella pellicola, opera del regista piacentino Canzio Ferrari e del suo staff, vengono rappresentate attraverso l’affascinante linguaggio di spettacolari immagini le pietre preziose di questo territorio, del suo patrimonio storico-culturale, dei suoi personaggi e delle sue bellezze più o meno nascoste: “Non inventiamo nulla perché nulla c’era da inventare – commentano i promotori del film -. Le storie e le immagini che si susseguono nel documentario sono infatti da sempre esistite; occorreva solo rispolverarle, dargli una sequenza, proporle in una eccelsa qualità tecnica e offrirle al pubblico in un montaggio accattivante e con una narrazione scorrevole e interessante”.

Il successo era prevedibile. A partire da quello delle due voci narranti del film, Martina Bensi e Manuela Schenardi che hanno saputo raccontare i segreti e le magie di un intero territorio e accompagnare le immagini con un trattazione approfondita, ma piacevole, incontrando e facendosi raccontare da molti personaggi del luogo le eccellenze di Val Tidone e Val Luretta.

La serata del Capitol, introdotta dal saluto degli amministratori e dal ringraziamento dei promotori dell’iniziativa, ha visto la precisa presentazione di Giovanni Baiardi e Antonella Melchi, che oltre a ringraziare gli sponsor e i collaboratori, a partire dalla Pro Loco di Borgonovo, che hanno permesso la realizzazione del film, hanno anticipato le prossime tappe del progetto, a partire dalla presentazione della pellicola in altri comuni.

“”Terre di racconti nascosti” – ha detto Valentino Matti dell’Associazione LaValtidone – è già disponibile anche in DVD e vogliamo che non sia un progetto che si conclude qui dopo due anni di duro lavoro. Vorremmo che fosse uno strumento di promozione territoriale e, per questo, stiamo pensando anche alla traduzione in lingua inglese per diffonderlo anche all’estero”.

Il progetto ha avuto il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, delle Province di Pavia e Piacenza e della amministrazione comunali di Romagnese, Zavattarello, Ziano Piacentino, Agazzano, Gragnano, Sarmato, Gazzola, Bobbio, Alta Valtidone (Pecorara-Caminata-Nibbiano), Pianello, Coli e Borgonovo Val Tidone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.